Stampa questa pagina
Mar 31, 2020 1014volte

Sport Club Atletica e Triathlon Libertas Sesto: 2000 euro per gli ospedali cittadini

Sport Club Atletica e Triathlon Libertas Sesto: 2000 euro per gli ospedali cittadini Foto: R Mandelli

In tempi di Coronavirus non si gareggia e quindi cosa hanno fatto i runner delle due società in oggetto? Lo facciamo raccontare al presidente della Libertas Luciano Trezzi a cui chiediamo anche un breve profilo della sua società:

“Oltre 120 tesserati, una presenza attiva e radicata sul territorio Sestese dal 1953. Uniti da una grande passione per il running in tutte le sue espressioni; dal cross alle maratone, dal trailrunning alle ultra maratone, Libertas Sesto c’è. Da questo anno abbiamo anche il triathlon. Visto che non possiamo partecipare a delle gare, ma i soldi delle iscrizioni avevamo già previsto di spenderli, alcuni nostri soci, come Renato e Stefano hanno proposto di donarli agli ospedali di Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo, anche loro in prima linea contro il Coronavirus. In breve tempo abbiamo raccolto 2000 (ndr: ci hanno anche inviato copia del bonifico effettuato)”. 

E così, mentre i podisti vengono limitati nella loro pratica anche quando essa non crea nessun pericolo di ulteriore contagio, mentre è in corso un linciaggio anche mediatico di chi corre in solitudine e sicurezza, come rispondono i runner? Con tante donazioni.

Un invito a tutte le società o i gruppi podistici: non esitate a segnalarci analoghe iniziative e sarà per noi un piacere dare la giusta evidenza.

3 commenti

  • Link al commento Mercoledì, 01 Aprile 2020 15:04 inviato da STEFANOn MORSELLI

    Gli atleti di interesse olimpico continuano a correre, saltare, lanciare, nuotare, perché sono autorizzati a farlo dal CONI e Ministero, usciamo da questa ambiguità.

    Rapporto
  • Link al commento Martedì, 31 Marzo 2020 14:23 inviato da BestiaModesta

    "E così, mentre veri campioni e professionisti del running seguono le indicazioni e stanno a casa per non aumentare il pericolo di contagio, uno sparuto gregge di scarsoni continua come se nulla fosse a correre minando la sicurezza propria ed altrui; come rispondono i runner? Stando a casa ed indignandosi!"

    Rapporto
  • Link al commento Martedì, 31 Marzo 2020 13:01 inviato da Davide

    Apprezzo molto la buona volontà di tutti in questo momento difficile e le donazioni sono di grande aiuto. Sottolineo che è necessario rispettare mai come in questo momento le leggi sulla limitazione del movimento a tutela della difesa della salute sancito dall'articolo 32 della costituzione. Il dovere morale e civico di ogni podista, come sportivo, è dare l'esempio e rispettare le regole, così come nelle gare alle quali partecipiamo, non rispettare tali leggi è come tagliare in una gara, si può fare, ma vale? Per i pochi che non rispettano tali leggi il rischio è di far passare un'intera categoria di sportivi come untori e io non ci sto.

    Rapporto