Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Dic 12, 2021 1165volte

Albenga (SV) - Il trail della Gallinara si corre il 16 gennaio

Atleti impegnati in in tratto in salita, scorsa edizione Atleti impegnati in in tratto in salita, scorsa edizione Foto Claude Eyraud

Un bel trail alla portata di tutti, perché propone distanze e difficoltà abbordabili per i podisti amanti della specialità trail, ma anche quelli più o meno avvezzi a correre fuori dall’asfalto. Il tutto nel magnifico scenario di panoramici unici e con un clima che farà sembrare meno freddo e più bello il periodo invernale. Ecco, in sintesi questo è il Trail della Gallinara, dal nome dell’isola, un’area naturale protetta, che con la sua magnifica vista accompagnerà gli atleti nel corso della loro gara.

Si correrà il prossimo 16 gennaio, e sarà la quarta edizione, per questa manifestazione organizzata dalla ASD Albenga Runners, in collaborazione la ASD Baia del Sole. Diverse le scelte disponibili, secondo la propria preparazione atletica ma… anche la voglia di fare fatica; in ogni caso, per tutti, la certezza di correre nella natura e con i classici scorci dell’entroterra ligure.

27 chilometri, 1300 metri di dislivello positivo, gara competitiva, partenza ore 09.00

12 chilometri, 400 metri di dislivello positivo, gara non competitiva, partenza ore 09.30

7 chilometri, new entry 2022, 200 di dislivello positivo, un trail-nordic walking, non competitiva.

E per chi vuole saperne di più, Fabrizio Fattor e quelli dell’Albenga Runners vi accompagnano passo dopo passo, con una minuziosa descrizione dei percorsi. Faranno venire di correre questo Trail della Gallinara

PAGINA FACEBOOK DELL'ORGANIZZAZIONE QUI  

ISCRIVITI QUI 

Gara competitiva, 27 chilometri

Il percorso fino al primo ristoro del Quadrivio (km 6,8) è identico a quello della 12K (vedasi il post del 27/11/2021). A questo punto si prosegue sul sentiero che si apre sulla sinistra per circa un km fino a giungere alla sella del monte Bignone; da qui, sempre tenendo la sinistra, si procede nel sentiero che porta verso la frazione alassina di Vegliasco. Giunti sull'asfalto si procede in salita per circa 400 metri per poi ridiscendere su sentiero che passa sotto la Madonna della Guardia. Giunti al 12° km si incontra un tratto in asfalto in discesa di circa un km da cui si può ammirare uno splendido panorama sulla Baia del sole e capo Mele. Giunti al bivio per Caso/Moglio si riguadagna lo sterrato in salita, a tratti impegnativa, che porta al piazzale della Madonna della Guardia (punto più alto del percorso) presso cui si troverà il secondo ristoro (14° km). Dopo il suggestivo passaggio attorno alla chiesa, posta in posizione dominante su Alassio e Villanova d'Albenga, si segue il sentiero di cresta che tocca il poggio Vallega e poi il monte Pisciavino. Quindi per una serie di saliscendi si torna alla sella del Bignone per poi guadagnarne la cima tramite breve ma ripida salita che comprende un tratto di facili roccette da superare con l'ausilio delle mani. In prossimità della cima il panorama si fa ampio, spaziando dalla costa a levante di Albenga, all'isola Gallinara e alla Baia del sole. Quindi si affronta una discesa, a tratti tecnica, che porta al terzo ed ultimo ristoro in località Quadrivio (km 19,5). Si percorre, così come la 12 km, il sentiero dell'onda; al km 21,4 le due gare si dividono nuovamente: gli atleti della lunga si getteranno in discesa fino alla frazione ingauna di San Fedele e da qui salita dura (un km al 20% circa di pendenza media) seguendo il sentiero del Teschio fino a giungere al monte Rosso. Da qui il percorso si ricongiunge con quello della 12k; le difficoltà altimetriche sono finite, si può dare tutto in discesa e poi pianura fino alla traguardo posto sulla spiaggia di Vadino.


Manifestazione non competitiva, 12 chilometri

La partenza, come quella della lunga, avverrà della spiaggia di Vadino con l'Isola Gallinara proprio là alle vostre spalle. Primo km circa su asfalto, si risale via Einaudi e, dopo aver attraversato via Piave, ci si dirige verso la chiesa si San Bernardino; dopo aver oltrepassato un paio di tornati ci si inerpica per una scalinata che ci porta sulla celebre via Julia Augusta (che collega Alassio e Albenga) che si percorre per circa un paio di km. Tornante secco a destra e si comincia a salire in maniera decisa; dopo alcune centinaia di metri il sentiero si stringe e il panorama inizia a diventare meraviglioso. Si attraversa una piccola strada asfaltata e ci si immette con un piccolo strappo sul sentiero detto dell'onda bassa da cui la vista si fa veramente spettacolare. E' un single track piuttosto nervoso che ci porterà fino a capo Santa Croce, in posizione dominante sul porto di Alassio. Da qui si sale in maniera decisa verso il cosiddetto Quadrivio attraverso il sentiero che si affaccia sulla Baia del Sole. Al quadrivio sarà presente il ristoro (siamo al km 6,8) e qui le gare si dividono: la 12 km proseguirà sulla destra imboccando il Sentiero dell'Onda, un sentiero con la S maiuscola, tutto con vista sulla Gallinara, un paio di chilometri su cui potrete veramente divertirvi e spingere al massimo. Poco dopo ci si innesta sul sentiero che scende dal monte Bignone e si affronta un sentiero in leggera discesa verso il monte Rosso. Da qui ripida discesa prima su strada sterrata e poi su sentiero più tecnico fino a tornare dalla scalinata di accesso alla via Julia Augusta. Infine si riprende la strada asfaltata affrontata all'inizio e con una volata in cui si darà tutto si arriverà al camping Italia cominciando a pregustare una merita birra.  

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina