Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Set 04, 2022 Marco Marchei- Ufficio Stampa 288volte

Maurizio Damilano dà la “bandiera azzurra” a San Salvo

Maurizio Damilano dà la “bandiera azzurra” a San Salvo Roberto Mandelli

4 settembre - Con la consegna della Bandiera Azzurra al sindaco Emanuela De Nicòlis da parte dell’olimpionico della marcia Maurizio Damilano, anche San Salvo ha ricevuto, primo centro abruzzese, l’ambito riconoscimento riservato alle città “walking and running friendly”, cioè alle località che come palestre a cielo aperto promuovono l’attività motoria di base e divulgano i benefici del tenersi in forma grazie ai loro percorsi “verdi” e protetti dal traffico e alle attività che divulgano un migliore stile di vita.

La cerimonia si è tenuta nell’aula consiliare alla presenza dell’intera Giunta comunale, del presidente della Fidal abruzzese Massimo Pompei e di una folta rappresentanza della Podistica San Salvo del presidente Michele Colamarino. 

Decisamente emozionante, in successione, la dedica di un albero, sulla ciclopedonale che collega il centro storico alla Marina, alla memoria del giornalista Luciano Luongo, sansalvese innamorato del podismo prematuramente scomparso in quel di Pisa.

La mattinata si è conclusa con l’iniziativa clou, l’inaugurazione del percorso Bandiera Azzurra denominato Lungomare Pineta, dello sviluppo lineare di 2.500 metri (5.000 tra andata e ritorno), affrontato simbolicamente con una mini camminata promossa da Damilano e guidata dalla sindaca De Nicolis alla testa di altri amministratori e appassionati.

La disputa della prova competitiva della sedicesima edizione del Memorial Potalivo - più correttamente Trofeo Podistico Città di San Salvo Memorial Potalivo - che ha ospitato la decima “Corrinsieme - Corriamo insieme ai ragazzi down” promossa dall’associazione Arda, ha concluso una giornata particolarmente importante per San Salvo suggellando lo stretto rapporto tra Bandiera Azzurra e la dinamica città abruzzese. 

Impeccabile l’organizzazione della Podistica San Salvo del presidente Michele Colamarino, che ha impegnato per tutto il pomeriggio le strade del centro storico con prove su distanze diverse e per differenti categorie di runners, dai giovanissimi ai master. 

Per la cronaca, la gara di cartello, tornata dopo due mancate edizioni a causa della pandemia Covid-19 e quest’anno sulla distanza di 9 km e 300 metri, è stata appannaggio di Pardo La Serra in campo maschile e da Raffaella Colaninno in campo femminile.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina