Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Gen 12, 2019 916volte

Bressanone è la maratona più amata dai tedeschi

Il traguardo della Plose piace sempre più Il traguardo della Plose piace sempre più Roberto Mandelli

Più di quindicimila partecipanti, di 19 nazioni diverse, hanno votato nel referendum promosso, per la quattordicesima volta, dalla rivista online tedesca marathon4you.de sulla maratona preferita, non solo in Germania ma in tutta l’Europa centrale dove si parli tedesco.

Nessuna novità al vertice: per il quinto anno consecutivo ha vinto il Rennsteiglauf, in realtà non solo una maratona dato che tra i vari percorsi quello principe è un 73 km con partenza dalla città natale di Bach, Eisenach in Turingia (Sassonia, a 200 metri slm), e arrivo a Schmiedefeld, 700 metri di altitudine; ma esiste pure una 42,2 km, che parte da Neuhaus arrivando ugualmente, come tutti gli altri tracciati, a Schmiedefeld. Maratona e supermaratona completamente in natura, sebbene senza le caratteristiche estreme del trail: stradine perlopiù sterrate e boschive ma percorribili con normali scarpette (dunque definibile come Ecomaratona); dislivello di 1900 metri in salita e 1400 in discesa per la corsa maggiore, addirittura prevalenza della discesa nella maratona (770+ e 840-). Nella 46° edizione svoltasi a maggio 2018 sono stati 1500 i classificati della supermaratona e oltre 2300 quelli della maratona.

Al secondo posto una habituée del podio in questa votazione: la maratona di Francoforte, sempre fra le prime tre con l’eccezione di un quarto posto ottenuto nel 2015, e ovviamente prima tra le maratone urbane, davanti a Colonia (quarta assoluta) e Berlino (soltanto quinta: evidentemente i record, specie se ottenuti da atleti africani, non scaldano più di tanto il cuore degli amatori).

Davanti a queste due si è inserita, in uno strameritato terzo posto, la prima maratona non tedesca, la Jungfrau di Interlaken, ovviamente prima anche tra le maratone di montagna. Per questa gara non ci sono aggettivi bastanti, e chi ha avuto la pazienza di sopportare quanto ne ha scritto chi si firma dal 2000 in poi, sa che la Jungfrau è semplicemente la migliore, e ogni anno che passa si inventa qualcosa per diventare sempre migliore. Parlo ovviamene per esperienza diretta: detto fra noi, mi trovo ad aver sperimentato direttamente 9 delle migliori 11 della classifica generale; 3 delle prime 5 Eco; 6 delle prime 8 di montagna (qualcuna anche 5, 6, 7 volte).

La Svizzera colloca un’altra sua gara ai piani nobili della classifica, ed è Lucerna, settima assoluta (dopo l’altra tedesca di Hannover, sesta). Mentre a chiudere la decina sta la prima austriaca, la sorprendente Linz, che supera Salisburgo (18°) e la “Maratona delle Tre nazioni”, che come lascia capire il nome si divide tra Germania, Svizzera e Austria, nella cornice meravigliosa del lago di Costanza. Solo quinta tra le austriache la maratona di Vienna, cui forse fanno male i troppi chilometri dentro il parco del Prater; poco dietro c’è l’altra maratona di Salisburgo, la “Mozart 100” (pensare che la città ospitante ha meno di 150 mila abitanti!).

Ma la sorpresa positiva viene dalla maratona di Bressanone (ovviamente chiamata col nome tedesco di Brixen Dolomiten Marathon), 17° assoluta, e terza tra le maratone di montagna, dopo l’irraggiungibile Jungfrau e la bavarese Allgäu (altra combinazione di una 70 km, una 42 e gare minori). Bressanone ha superato due star delle classifiche mondiali, la maratona di Zermatt che arriva al cospetto del Cervino, e la classica Swissalpine di Davos / S. Moritz che forse (come mi ero permesso di scrivere tornandoci nel luglio scorso) ha voluto strafare e si è snaturata rispetto alla bellissima competizione, accessibile a tutti, dei tempi andati. Al punto che sente alle sue spalle il fiato di un’altra maratona italiana: quella dello Stelvio, appena alla seconda edizione eppure già apprezzata (54° assoluta, sesta tra le corse di montagna). Entra in classifica anche una terza maratona sudtirolese, la Sky Marathon Rosengarten Schlern, di Tiers/Tires, 75° a pari merito con la più blasonata Liechtenstein.

 

Ecco qui le classifiche, relative ai primi 20 posti per quella assoluta, e ai primi 10 per le Eco e le maratone di montagna.

 

1 Rennsteiglauf

2 Frankfurt Marathon

3 Jungfrau-Marathon

4 Köln Marathon

5 Berlin-Marathon

6 Hannover Marathon

7 SwissCityMarathon Lucerne

8 Hamburg Marathon

9 Münster-Marathon

10 Linz Donau Marathon

11 Luxemburg Night Marathon

12 Allgäu Panorama Marathon

13 Monschau-Marathon

14 Bottwartal-Marathon

15 Kassel Marathon

16 Einstein-Marathon

17 Brixen Dolomiten Marathon

18 Salzburg Marathon

19 Baden-Marathon

20 Gornergrat Zermatt-Marathon

 

Landschaftsmarathon

 

1 Rennsteiglauf

2 Monschau-Marathon

3 Bottwartal-Marathon

4 3-Länder-Marathon

5 Oberelbe-Marathon

6 Röntgenlauf

7 Skatstadtmarathon Altenburg

8 Salzkammergut Marathon

9 Heilbronner Trollinger Marathon

10 Bienwald-Marathon

 

Bergmarathon

 

1 Jungfrau Marathon

2 Allgäu Panorama Marathon

3 Brixen Dolomiten Marathon

4 Zermatt-Marathon

5 Swissalpine Irontrail

6 Stelvio Marathon

7 Eiger Ultra Trail

8 Alpin Marathon Liechtenstein

9 Sky Marathon Rosengarten Schlern

10 Karwendelmarsch

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina