Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 22, 2017 533volte

Ripescando negli archivi del 2011...

Scrivevo per Podisti.Net anche senza saperlo...

Custoza e la maratona in moto: un nuovo tipo di duathlon?
Mercoledì 11 Maggio 2011 11:40 | Scritto da Rodolfo Lollini – Redazione  Podisti.net |  |  |  Maratona - Sommacampagna (VR) - 12^ Maratona  del Custoza
L’abbinamento tra moto e sport è molto forte. A parte la disciplina del  motociclismo, questi mezzi sono utilizzati nel ciclismo per il cosidetto keirin, ovvero le gare su pista “dietro motore”. Anche in atletica, nelle
corse su strada, capita di avere una moto a precedere la gara. Domenica a Custoza abbiamo scoperto che questo utilissimo mezzo di trasporto può
avere un'altra funzione, quella di aiutare un podista a percorrere qualche chilometro di una maratona in pieno relax, salvo poi scendere di sella e
riprendere la gara come niente fosse.
Fabio Marri Fabio Marri Foto di Fabio Rossi
Veniamo i fatti e cediamo la parola a Fabio Marri, valente giornalista che
      i lettori più affezionati di Podisti.net conoscono bene, così come coloro
      che seguono la sua rubrica sul periodico “Correre” dove ogni mese cura una
      lettera dell’alfabeto in chiave corsaiola. Fabio, 236 maratone percorse,
      era tra i maratoneti di domenica a Custoza:
      “ Dagli 863 arrivati di domenica credo dalla classifica ne vada tolto
      almeno uno: al km 20 circa, inizio della ciclabile sul Mincio, mi sorpassa
      un motorino condotto da un presumibile addetto della protezione civile
      (blusa gialla), dietro cui sta seduto un atleta con shirt rossa Terramia.
      Peccato, mi dico. Salvo che al ristoro verso il km 25 mi vedo il signor
      Terramia che riprende a correre. Gli chiedo se la fa un po' a piedi e un
      po' in moto, mi dice che ha fatto indigestione e ha dovuto essere un po'
      "aiutato". Mi sorpassa, lo riprendo, mi sorpassa ancora (ndr: km 27-28).
      Gli dico: "Va bene, ma non tagliare il traguardo dei competitivi!".
      Nessuna risposta. Allora mi registro mentalmente il pettorale: 572. Oggi
      lo vedo in classifica, 4.20:35. Aspetto le foto di Luisanna Lopez, che
      sicuramente l'avranno ripreso, per chiedere scusa se mi sono sbagliato ma
      per adesso ritengo il signor Mercatante Franco, o chi indossava il suo
      pettorale, un … (omissis)”.
      Secondo Voi avrà tagliato il traguardo? La risposta nella foto…
      “Ne avevo viste tante nelle maratone a cui ho partecipato” prosegue Marri
      “ma questa è la prima volta. Solo al Passatore nel 94, mentre ero in auto
      per fare assistenza a mia moglie che partecipava, un tizio che stava male
      mi ha chiesto un passaggio e poi voleva riprendere a correre come se
      niente fosse!”.
      Forse ora nel suo “dizionario” inserirà il neologismo: “Podomotomunito”?
      Oppure assistiamo alla nascita di un nuovo tipo di duathlon,
      corsa-moto-corsa? In ogni caso Vi terremo informati, così come delle
      risposte dell’interessato, perchè, Simone Lamacchi in qualità di
      organizzatore della gara, ha chiesto spiegazioni al Sig. Mercatante.
      Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
      Commenti (9)

      Ma la sua società???
      scritto da luke , Maggio 13, 2011
      Scusate ma la sua società (una di Crema) non dice nulla????
      Beh, certo è forse meglio che sentire le p........proferite dal presidente
      del Turbolento.....
      report abusevote downvote upVotes: +0
      ...
      scritto da giuseppe , Maggio 12, 2011
      Secondo me l'atleta in questione va invece visto sotto un'ottica diversa .
      Non del baro, ma dell'uomo di carattere del tipo :Oggi sto malissimo ma la
      finisco, un po' a piedi, un po' in moto e se passa mia moglie mi faccio
      accompagnare per un tratto in macchina , ma quanto e vero iddio , io
      questa maratona OGGI LA FINISCO . Un'atleta di quelli che non c'e' ne sono
      piu' ( MAI UN RITIRO IN TUTTA LA VITA') scommetto che se parte e' in grado
      di finire anche la cento, senza sentirlo mai lamentarsi dei suoi malanni
      ne delle scorretteze che commettono suoi avversari ( e solo lui sa quanto
      siano scorretti ) Voi dite quello che volete ,ma io oggi ho scoperto un
      vero uomo , un uomo con le P....... Saluti
      report abusevote downvote upVotes: +1
      ...
      scritto da giovanni bozzetti , Maggio 12, 2011
      Confermo tutto quanto scritto dal Sig. Lollini.
      Ho partecipato alla maratona (pett. 774) e ho superato il pett. 572
      (canotta terramia) sulla ciclabile. Dopo pochi minuti mi ha risuperato, ma
      "in sella" ad uno scooter...pensavo si ritirasse ma poi l'ho ritrovato che
      correva lungo il percorso e poi l'ho visto commentare la gara negli
      spogliatoi con alcuni amici. Proprio bravo!!!!
      report abusevote downvote upVotes: +1
      ...
      scritto da el narigòn , Maggio 12, 2011
      che gusto c'è a "correre" così? proprio non capisco, per me che non ho
      certo tempi e ambizioni da top runner, finire la gara con le mie gambe
      anche se doloranti è una grossissima soddisfazione, tantopiù una
      maratona... io sarei arrivato anche mezzora dopo, ma vuoi mettere
      l'orgoglio di avercela comunque fatta(in modo regolare)?mah... 
      report abusevote downvote upVotes: +2
      il furbetto della domenica !!
      scritto da andrea , Maggio 11, 2011
      Ma guarda un po', un altro furbetto della domenica! Ma pensate a chissà
      quante altre volte l'avrà fatta franca questa mezza pippa... Attendiamo
      notizie, cioè: restituzione della medaglia e cancellazione dell'atleta
      dall'ordine d'arrivo. Certo che ci starebbe bene anche un divieto di
      partecipazione alle maratone, in Italia, per i prossimi 2 anni.
      report abusevote downvote upVotes: +2
      Orrore...
      scritto da nino , Maggio 11, 2011
      ...orrore, ecco la sensazione che mi assale mentre, per l'ennesima volta,
      leggo del solito "taglione" di qualche "atleta"...ma io che mi alleno e
      soffro...in questo momento anche dalla corsa servirebbe il buon esempio...
      report abusevote downvote upVotes: +1
      ...
      scritto da Vittorio , Maggio 11, 2011
      Sig.Franco Mercante, lei non è ne un podista, ne un maratoneta ne una
      persona corretta e intelligente, è un povero diavolo!!!!
      Si vergogni e, adesso che ha chiuso l'ultima Maratona del Custozam che ha
      un pacco gara e una medaglia cosa ha capito? un [email protected]@@o!!!! 
      report abusevote downvote upVotes: +3
      Invidia Marri
      scritto da marco stra , Maggio 11, 2011
      P.s. Il professor Marri e' stato definito (a giusta ragione) "valente
      giornalista" (cit.)
      Forse un pizzico di invidia per non essere un polivalente atleta come pare
      sia l'atleta in oggetto 
      report abusevote downvote upVotes: +7
      ...
      scritto da marco stra , Maggio 11, 2011
      Non capisco tutto questo accanimento. Del resto, il rugby e' nato da una
      partita di calcio. Un giocatore si arrabbio' con l'arbitro, prese la palla
      con le mani e la deposito' in porta. Questo signore ha la sola colpa di
      essere il precursore di una nuova disciplina sportiva. Ma per essere
      davvero tale la moto dovrebbe guidarla il podista, non un amico 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina