Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Apr 10, 2023 2931volte

Modena, Croce blu nel ricordo di Antonio Bagnoli

L'omaggio ad Antonio L'omaggio ad Antonio Roberto Mandelli, da Italo Spina

10 aprile – Il lunedì dell’Angelo è tradizionalmente dedicato, per i modenesi, alla “Camminata della Solidarietà”, allestita presso la sede della Croce Blu nel quartiere San Faustino (era all’incirca il km 16 della maratona di Maranello-Carpi, e nel vicino negozio di Lupo si faceva un po’ d’animazione).

Oggi però l’atmosfera era mesta, per la notizia che ci aveva raggiunto sabato sera, della morte improvvisa e inspiegabile del podista vignolese Antonio Bagnoli, 49enne che meno di un mese fa aveva corso in 1.44 alla mezza di Pieve di Cento, il 19 febbraio in 3.22 alla maratona di Carrara, e in 3.23 alla maratona di Ravenna nel novembre scorso. Era anche all'ultima Cinque Mulini, elegante con la sua bandana gialla in testa. In suo ricordo, i circa 800 partecipanti hanno osservato un minuto di raccoglimento prima della partenza.

La gara è una classica non competitiva dove si viene – come si suol dire – per “smaltire” il pranzo pasquale: salvo che sui tavolini delle società troneggiano bottiglie di spumante, colombe e torte casalinghe come quella squisita di Manila Grenzi della Sassolese, cui non ha saputo dir di no nemmeno Italo il fotografo (“ma non pubblicare la mia foto mentre mangio!”). Iscrizione alla quota irrisoria di 2 euro col corrispettivo di una bottiglia di aceto balsamico industriale (nella mia dispensa ho raggiunto la quota di 21, tutte provento di gare podistiche).

Percorso più lungo dichiarato di 12 km (in realtà 11,3), attraverso un quartiere molto rinnovato negli ultimi anni, purtroppo anche con casoni a parallelepipedo stile DDR, poi ricalcando vari percorsi urbani arcinoti, compreso quello della Corrida fino a San Geminiano/Cognento. A un km dalla partenza e dall’arrivo c’è il PalaAnderlini, secondo tempio della pallavolo modenese, intestato alla memoria di Franco Anderlini allenatore della gloriosa Panini, poi della Nazionale, otto volte scudettato, e vecchia conoscenza di famiglia: era militare ad Asolo col suo coetaneo e mio (futuro) padre, e l’8 settembre ’43 gli uccisero il loro capitano Greco. I due scapparono in bicicletta (presa chissà a chi) fino a Modena; poi mio padre fu testimone di nozze di Franco, che morì in un incidente stradale a 62 anni, consegnandosi definitivamente alla Storia. C’ero anch’io l’ultima volta che si incontrarono, sotto la chiesa di San Biagio: Anderlini aveva un gran barbone e portava a spasso un cane enorme, ed è meglio che non riferisca che tipo di discorsi politici faceva…

Torniamo ad oggi, più che altro per riferire delle chiacchiere dipanate lungo il percorso, sotto un cielo limpido e una temperatura giusta, coi progetti per l’immediato: Cecilia che sta per affrontare la 50 di Romagna, Paolino e Maurito che invece vanno alla maratona di Madrid, mentre Werter Torricelli è attirato dalla maratona di Mantova anche se non passa da Mantova, e il sottoscritto non sa o non dice; invece il “comunista ciellino” Barbolini si è dato al ciclismo, Simona Neri sbandiera girando video, Alessandra Fava troneggia in tutto il suo splendore dando appuntamento al trail delle Tre Croci, Reginato fa lo speaker, la coppia Baruffi-Del Carlo corre in relax dopo i successi di sabato.

L'altra notizia triste è che il nostro amico supermaratoneta A.V., centinaia di maratone corse ovunque, adesso non riesce più correre dopo una vaccinazione Covid. Tutto in regola, per i talebani vaccinisti?

Perfetta la chiusura al traffico, abbondante il ristoro finale (quello intermedio lo saltiamo perché c’era da fare la fila), megapremi di società col Cittanova che mette insieme addirittura 159 pettorali. Per oggi va bene così, da sabato prossimo si ricomincia a fare sul serio.

1 commento

  • Link al commento NUBE (Massimiliano Montecchi) Venerdì, 14 Aprile 2023 22:48 inviato da NUBE (Massimiliano Montecchi)

    Piccola precisazione su Antonio, tra Ravenna e Carrara c'è stata Valencia 3:24:10 dove io ho ottenuto il mio PB 3:21:41. Battuto da Antonio a Carrara. 3:22 è il tempo allo sparo, il real time è 3:21:31
    Riguardo alle mezze maratone ci sono state anche quella di Castel Maggiore 1:34:23 e Novellara 1:34:49
    Pieve di Cento l'abbiamo corsa in gruppo.
    ----------------------
    Grazie confratello per questo arricchimento dell'immagine di Antonio; nell'urgenza di scrivere qualcosa, avevo ricavato i dati dal solo database della Fidal, che non considera le gare estere né le gare non-Fidal (tipicamente, Uisp), e come tempo segnala solo il tempo dallo sparo. [F. M.]

    Rapporto

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina