Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 19, 2023 776volte

Formigine (MO): il Miglio delle stelle “al tin bòta”

Formigine (MO): il Miglio delle stelle “al tin bòta” Collage di R. Mandelli da originali di T. Seghedoni

18 maggio – Nella moria di corse di questa settimana, per le note ragioni climatiche ma anche per cautele a mio parere eccessive e rivestite di pelosi contenuti moralistici (“come osa Springsteen cantare mentre a 40 km sono sott’acqua?” – ritornello già sentito eruttare dal Vesuvio ai tempi del Covid), Formigine, una delle realtà podisticamente più vive dell’area modenese, “tiene botta”, promettendo anzi un raddoppio domenica prossima nella vicina frazione Bertola-Casinalbo: gara che devolverà l’incasso al sostegno delle popolazioni colpite. Così si fa!

È dunque andata in onda, con partenze dalle 20 alle 22,30 (le categorie giovanili ad aprire il ballo), la 29^ edizione del “Miglio delle stelle”, stavolta non precisamente accompagnato dalle stelle astronomiche (però non è mai piovuto, e si è corso con 15 gradi), ma con stars atletiche di tutto rispetto. Hanno concluso la gara 58 terzetti, 32 maschili, 17 femminili e 9 misti (che hanno goduto essi pure di una classifica apposita, sebbene il regolamento dicesse che sarebbero stati intruppati tra i maschi). Spiace solo per la mancata presenza di alcune staffette bolognesi, in particolare due di Castenaso che avevano titoli per primeggiare; però qualcuno dalla Romagna e dalla provincia di Bologna è arrivato, addirittura da Imola e Faenza, con l’aggiunta della gloriosa veterana Monica Barchetti che oltretutto fa la spola tra l’Emilia e il West (inteso come Canaria).

Vittoria assoluta per la squadra maschile Corradini/Fratellanza, Agazzotti-Bettuzzi-Pasquinucci, con 13:39, otto secondi meglio di una tutta-Corradini, Rondoni-Catelani-Marazzoli, e 27” meglio della terza, tutta Fratellanza, Diniso-Costa-Taglini. Solo quarta la staffetta comprendente Claudio Bacchelli, miglior tempo individuale con 4.21:9; dietro lui, Pasquinucci con 4.24:1 (non dimentichiamo che il tracciato era stradale, con dieci curve a 90 gradi e vari tratti lastricati), 7 secondi meglio di Rondoni, terzo individuale; dunque la differenza tra le due prime staffette è dovuta in pratica al distacco tra i due big.

Cinque soli sono stati i secondi di distacco tra le due prime staffette femminili: una assortita tra Frignano/Formiginese/Corradini (Giacobazzi-Ricci-Cocchi, 16:08), l’altra tutta Atletica Faenza (auguri, e tgnii bòta), Venturelli-Ciubak-Pierli. Da notare la parità assoluta tra le due Francesca, Cocchi e Pierli, nel miglior tempo individuale sul miglio di 5:06. Terza squadra, una mista tra Fratellanza e Modena Runners (società il cui presidente Cattini, seppur sofferente per la concomitanza con la Juventus, ha privilegiato lo sport attivo portando sotto il Castello una trentina di atleti), Imperiale-Cornia-Badiali.

Il platonico titolo per le squadre miste (tutte con due maschi, tranne una con due donne delle 3’30” capitanata dalla farmacista Rossana Vecchi) è andato alla mista Rocca/3’30” Moccia-Vittoria Vandelli-Bianconi, vincitori della prima serie davanti al terzetto che si è aggiudicato il successo femminile.

Tracciato collaudato e “artistico”, in sostanza una aggrovigliata circonvallazione del castello, quasi sempre ben illuminata, con decine di sbandieratori disposti ai tanti incroci, e addetti in bicicletta a precedere i primi e seguire gli ultimi. Impeccabile servizio microfonico di quel Reginato che già animava il passaggio qui della fu-maratona d’Italia, encomiabile il cronometraggio rilevato in assenza di chip; e bentornata a Teida, fotografa-principe del podismo modenese, dalle cui foto Mandelli si è sbizzarrito a ricavare la copertina di questo pezzo, minacciando il direttore di metterci anche l’immagine di Giangi (spettatore non pagante) se non avesse avallato il suo collage. Bisogna venire a patti…

 

Informazioni aggiuntive

Fotografo/i: Teida Seghedoni
Fonte Classifica: Icron- Uisp-Giudici di Modena

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina