Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 10, 2018 556volte

Rupp, vittoria e pb alla Prague Marathon

Galen Rupp festeggia Galen Rupp festeggia Foto Prague Marathon

Domenica si è corsa la 24^ edizione della Prague Marathon nella capitale ceka. 

Lo statunitense Galen Rupp, dopo la vittoria alla Roma-Ostia e il ritiro a Boston, si è imposto in 2h06:07, migliorando notevolmente anche il suo personal best (2h09:20 a Chicago nel 2017): la corsa è vissuta sul duello tra Rupp e l’etiope Sisay Lemma, che hanno corso insieme fino a 4 km dal termine, quando la violenta accelerata dello statunitense ha lasciato dietro l’africano, con Galen andato a tagliare il traguardo in solitudine. 

Lemma (che ha un pb di 2h04:08 ottenuto a Dubai a gennaio) ha chiuso in 2h07:03, davanti al keniano Stephen Kwelio Chemlany, terzo in 2h09:42. 

Per il 31enne Rupp un altro successo di prestigio dopo le due medaglie olimpiche e la vittoria alla maratona di Chicago; primo non africano ad imporsi a Praga dopo 11 anni, non è però riuscito a battere il record della gara (2:05:39 di Eliud Kiptanui nel 2010). 

"Sisay è un grandissimo maratoneta, non è stato facile batterlo e sono molto contento di essere riuscito a vincere. Ho cercato di mantenere il controllo del mio ritmo, di restare dentro alla gara e rimanere positivo”, ha dichiarato Ropp, visibilmente soddisfatto. 

Condizioni climatiche perfette per correre (15 gradi alla partenza, 18 all’arrivo, poco vento); passaggio al 10° km in 29:28 con Lemma a guidare il gruppo con 8” di vantaggio; 44:28 al 15° km con gruppo compatto di sei atleti (più una lepre) e successivo leggero rallentamento con il crono alla mezza pari a 1h03:00 (Rupp in due secondi in più). Al 25° km il crono segna 1h15:08, Rupp prende l’iniziativa e aumenta il ritmo con il solo Lemma a rispondere: 1h29:47 il passaggio al 30°, con i due oramai in testa, tirando a turno, e passaggio al 35° in 1h44:49. Poi, come accennato, l’azione decisiva di Rupp al 38°, che è oramai solo al 40° (passaggio in 1h59:41). 

Al femminile, vittoria a sorpresa della keniana Bornes Jepkirui Kitur, alla vigilia neanche inserita tra le top runners, che ha chiuso in 2h24:19 (pb migliorato di oltre 4 minuti), con passaggio alla mezza in 1h12:05, precedendo le etiopi Belaynesh Oljira, seconda in 2h25:13, e Amane Gobena, terza in 2h27:43. 

"Ho fatto una bella gara, l'unico problema che ho riscontrato sono stati i ciottoli", ha dichiarato la 30enne vincitrice, chiaramente soddisfatta per la vittoria e per il primato personale (precedente 2:28:48 a Mumbai a gennaio). 

Il ceco Jiri Homolac, 9° in 2h20:09, è stato il primo europeo; primo italiano Luca Galliani, 30° in 2h39:48; tra le donne, prima europea l’italiana Gloria Rita Giudici in 2h48:02.

6952 i finisher.

Classifiche:  

  1. GALEN RUPP | USA | 2:06:07
  2. SISAY LEMMA | ETH | 2:07:03
  3. STEPHEN KWELIO CHEMLAY | KEN | 2:09:42
  4. BARSELIUS KIPYEGO | KEN | 2:10:18
  5. YUMA HATTORI | JPN | 2:10:26
  6. MEKUANT AYENEW | ETH | 2:10:43
  7. DUNCAN MAIYO | KEN | 2:14:54
  8. SUEHIRO ISHIKAWA | JPN | 2:16:39
  9. JIRÍ HOMOLÁC | CZE | 2:20:09
  10. VÍT PAVLIŠTA | CZE | 2:20:30 

 

  1. BORNES JEPKIRUI KITUR | KEN | 2:24:19
  2. BELAYNESH OLJIRA | ETH | 2:25:13
  3. AMANE GOBENA | ETH | 2:27:43
  4. RISPER CHEBET | KEN | 2:29:32
  5. SUSAN JEPTOO | KEN | 2:30:50
  6. FLOMENA CHEPCHIRCHIR | KEN | 2:32:10
  7. GLORIA RITA GIUDICI | ITA | 2:48:02
  8. PETRA PASTOROVÁ | CZE | 2:48:40
  9. MARCELA JOGLOVÁ | CZE | 2:49:17
  10. IVANA SEKYROVÁ | CZE | 2:49:51

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina