Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Giu 19, 2018 481volte

Crispiano (TA) - 2^ Summer Run

La partenza La partenza Foto Roberto Annoscia

Seconda edizione della Summer Run e mio debutto a questa gara di 10 chilometri su strada, che si svolge a Crispiano, piccolo centro agricolo della provincia di Taranto, a soli 15 km dal Capoluogo e molto vicino a Massafra.

Ad organizzare l’Atletica Crispiano, giovane associazione ben presieduta da Francesco Paolo Pino, con la collaborazione di altri due ottimi ed esperti atleti come Claudio Palmisano e Roberta De Robertis.

Quartier generale fissato in Via Antonio Gramsci presso la Chiesa Santa Maria Goretti, in zona più periferica: il percorso si dipanerà in questa zona, senza toccare il centro cittadino, magari meno attraente paesaggisticamente, ma senza quelle salite che tanto hanno spaventato i possibili partecipanti: solo 213, purtroppo, gli iscritti Fidal, ai quali si sommano una cinquantina di cosiddetti liberi.

Un peccato senz’altro perché gli organizzatori che hanno predisposto un evento davvero all’altezza della Prova di Gran Prix di Corsa in Terra Jonica loro assegnata, avrebbero senz’altro meritato più adesioni anche alla luce dello sforzo organizzativo messo in atto.

Vastissimi gli spazi per parcheggiare la propria vettura, presso i locali dell’attiguo bar avviene la distribuzione di pettorali e chip; poco distante, all’aperto, la consegna dei pacchi gara alimentari, con un ananas e altra frutta. Sei euro il costo dell’iscrizione.

A disposizione degli atleti la struttura fissa di bagni, pulitissima, per le signore, e due chimici per i maschietti, per risolvere i problemi ed evitare scene poco edificanti.

Giornata dal clima meno caldo e umido, un leggero soffio di vento provoca a volte anche un brivido, gli atleti potranno correre bene, almeno questa è l’impressione iniziale…

A presentare la manifestazione Michele Cuoco, ci ritroviamo dopo una settimana, ancora nel tarantino e ancora in sintonia, tra una citazione tecnica e una battuta, il pubblico apprende e gradisce.

Rilevazione elettronica di tempi e passaggi a cura di Cronogare, sempre professionali, rivedere Roberto Perrone è un piacere.

I larghi viali circostanti favoriscono un prolungato riscaldamento muscolare pre-gara: gli atleti sono pronti e rodati per la partenza prevista intelligentemente per le ore 9.00.

Sistemati con cura gli atleti sul punto di via, ricevuto l’ok dai Vigili Urbani, il colpo di pistola del Giudice responsabile dà il via alle ostilità.

Non molti i partecipanti, ma tra loro nomi di punta del podismo regionale, come il duo di Palo del Colle, Giovanni Auciello e Francesco Minerva in campo maschile, e di Mariangela Ceglia e Ilenia Colucci in campo femminile.

Tracciato rapido e sostanzialmente veloce, pur con la presenza di alcuni falsipiani e con un unico “strappetto” altimetrico nel finale; blindato al traffico, con puntuale segnalazione dei chilometri, doppio ristoro con bottigliette d’acqua, prevede il ripasso dopo circa due chilometri sul punto di via per poi dipanarsi nella strade circostanti e fare ritorno solo al termini degli emozionanti dieci chilometri.

Sembrava si dovesse correre bene, ma la temperatura aumenta, le nuvole creano una cappa di calore, per poi diradarsi e sparire, lasciando campo libero ai raggi del sole che tormentano gli atleti, giunti un po’ affaticati, ma piacevolmente sodisfatti al traguardo.

Intanto, mentre i più grandi proseguono il loro sforzo, è il turno della gara promozionale per ragazzi compresi tra i 6 e i 12 anni: iniziativa davvero apprezzabile, come è apprezzabile la scuola di atletica che Roberta De Robertis e soci hanno messo in piedi in zona, siamo sicuri che qualche giovane atleta di questa zona ci darà soddisfazioni.   

Applausi ai ragazzi vincitori, un abbraccio alla ragazzina subito caduta e perciò piangente, e un ricco buffet e gadgets per tutti…

Ma è il momento dell’arrivo del vincitore… Dopo un prolungato procedere in coppia, Giovanni Auciello, tesserato per l’Atletica Casone Noceto, campione europeo di mezza maratona SM35, va ad imporsi in 32:01, senza nemmeno troppo sforzo, subito pronto all’intervista del puntuale Michele Cuoco.

46 secondi di differenza ed ecco tagliare il traguardo l’ottimo Francesco Minerva (Montedoro Noci), venuto qui per “accompagnare l’amico Giovanni” come dichiarerà al microfono dello speaker, pronto a fermarsi per qualche domenica per recuperare i vari acciacchi, guarire e… tornare a settembre.

Terzo gradino del podio conquistato da Giuseppe Lacarbonara (Atletica Talsano), sempre brillante, in 35:21, quasi incalzato dal grintoso Sebastiano Di Masi (Atletica Castellana), quarto in 35:30, con l’aitante Pietro Torroni (Runners San Michele Salentino), neo-papà, quinto in 36:12. 

Sempre gagliardo, Salvatore Mele (Runners Ginosa) è sesto in 37:14, davanti al capace Gianfranco Taddei (Team Pianeta Sport Massafra), settimo in 37:45, seguito con soli 3 secondi di distacco dal bravissimo Vincenzo Testa (Atletica Talsano), ottavo. Il tenace Angelo Tortoriello (Fitness Excellence San Giorgio  Jonico),  è nono in 38:03, davanti a Vitantonio Curri (Montedoro Noci), che nonostante la festa di compleanno a chi ha partecipato la sera prima, è decimo in 38:11.

Archiviata la top ten maschile, passiamo ai risultati femminile, con il successo di Mariangela Ceglia (Alteratletica Locorotondo), che ritrovate le “vecchie” motivazioni, ha ripreso a viaggiare spedita, personali su personali, concludendo 29^ assoluta in 40:49.  Ancora Alteratletica, con il secondo posto della coriacea Ilenia Colucci, seconda in 42:25, davanti alla grintosa Mariantonietta Amatulli (Montedoro Noci), terza in 42:34.

Non molla mai ed è quarta Antonia Chiochia (Taranto Sportiva) in 43:42, mentre le due successive posizioni si decidono all’appassionante sprint: Annalisa Calella (Alteratletica Locorotondo) è quinta su Angela Ricci (Crispiano Marathon Club), sesta, ma entrambe in 45:36. Otto secondi ancora ed ecco arrivare la “biondonera” Cinzia Ammirato (Atletica Monopoli), settima; la segue la compagna di squadra, la delusa Delia Mastrorosa, forse partita troppo forte o forse stanca dopo un periodo di continui miglioramenti, ottava in 46:54; nona la volitiva Giusy Russo (Atletica Talsano), nona in 48:16, con la giovanissima Rosa Avvantaggiato (Atletica Magna Grecia), a chiudere la lista delle prime dieci posizioni in 48:55.

200 gli arrivati: concludono le rispettive graduatorie, Concetta De Rosa (Taranto Sportiva) in 1:10:55 e il “mitico” Ciro Pappadà (Podistica Grottaglie) in 1:12:32.

Focaccia, frutta e bottigliette di acqua fresca permettono di rimettersi in forze e in sesto; frattanto, subito pronte le classifiche, si parte immediatamente con le premiazioni.

Alla presenza del presidente pronvinciale della Fidal Taranto, Salvatore Lomartire, si comincia con i due podi: Auciello, Minerva, Lacarbonara al maschile e Ceglia, Colucci, Amatulli al femminile. Per loro, oltre al preventivato premio in danaro (rispettivamente 150, 80 e 50 euro), un gustoso cesto di frutta e una mega confezione di prodotti alimentari.  

A seguire i primi tre di ciascuna categoria, per fascia di età, tutti premiati con il cesto di frutta che fa davvero tanto “Summer”.

La classica premiazione delle Società con più atleti giunti al traguardo vede vincere la Podistica Grottaglie su Taranto Sportiva e Podistica Carosino.

Neanche le 11.30, la manifestazione è conclusa, gli atleti possono far rientro a casa e magari anche andare al mare, visto che il sole è oramai dominatore del cielo; gli organizzatori devono viceversa lavorare per riportare Crispiano alla tradizionale veste.

Gara ben organizzata, ben fatta ed essenziale, da ritornare, insomma, magari con la speranza di trovare più concorrenti. A proposito: ricordate che non ci sono salite e potete correre tranquillamente… 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina