Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Lug 30, 2018 867volte

Triggianello (BA) - 3^ Birratona

Una fase dell'evento Una fase dell'evento Foto Roberto Annoscia

28 luglio - Metti una sera d’estate oltre trecento amici podisti, la musica, la corsa e fiumi di birra e di allegria: ecco il segreto della Birratona.

Siamo a Triggianello, piccolo centro posto tra Conversano, Monopoli e Castellana Grotte: una piazza, una Chiesa, un oratorio, qualche stradina e tanta campagna.

E proprio qui si svolge la festa della Birra per quattro giorni, tanti stand che offrono gustosissime specialità, dal panino imbottito con carne arrosto o salsiccia alla brace ai deliziosi cannoli siciliani e dolci tipici, fino a quello imperiale della Birra, di tutti i tipi, di tutti i sapori, il tutto condito dalla musica.

Ed è qui che nasce la Birratona, manifestazione sportivo - goliardica, un’ora di corsa sul tracciato lungo un chilometro da ripetere quante più volte possibile, con tappa (semi) forzata allo stand della birra, tante risate e divertimento.

Quasi magica l’intuizione di Francesco Fanelli e Margherita Sisto, professionisti e seri runners nella vita di ogni giorno, organizzatori di questo speciale evento da tre anni, unitamente alla locale associazione Tribirra. Evento che piace sempre più, evento che ottiene sempre più adesioni, con gli anni i partecipanti aumenteranno ancora, probabilmente nasceranno altre manifestazioni simili in altri punti della Puglia.

E’ bello soprattutto lo spirito, per una sera al diavolo l’agonismo, i cronometri, le prestazioni, i premi, le rivalità, le diete e la serietà: alla Birratona è vietato correre con troppo impegno, è obbligatorio divertirsi, ridere, provar piacere nello stare insieme e... bere!

E per essere perfetti partecipanti occorre “vestirsi” come in una festa di carnevale: c’è il tema e bisogna seguirlo, quest’anno era la “disco”, fenomeno in voga a fine anni ’70 e inizio anni ’80.  

Ma anche chi ha voluto per diverse ragioni abbigliarsi in maniera non legata al tema, è stato comunque ben accetto. L’importante era non vestirsi troppo seriamente…   

Nella piazza centrale, oltre l’ampio palco già predisposto per i concerti, il tavolino delle iscrizioni, dove tre gentilissime e simpatiche signorine provvedevano ad iscrivere i ritardatari. Acconto, ben gestito da Margherita, stasera splendidamente abbigliata da regina della pista disco, il ritiro dei pacchi gara, con tanto di t-shirt celebrativa. Dieci euro l’iscrizione, la sola birra ingurgitata costava il triplo!

A disposizione dei partecipanti, anche i bagni chimici, quanto mai utili nel pregara e, soprattutto, nel post gara, per eliminare la tanta birra bevuta!

Memore delle due precedenti edizioni ha anticipato la messa il locale sacerdote, infatti è finita proprio quando i protagonisti, tutti abbigliati e inghingherati, tornavano nella piazza.

Qualche difficoltà nel riconoscere gli atleti incredibilmente trasformati, è bello vedere anche atleti top (vero Guastamacchia?) allegri e sfrenati; una particolare menzione per chi una volta era un atleta di grido, poi trasformatosi in validissimo speaker, per poi diventare una splendida superstar della disco music! (sei fantastico Paolo Liuzzi…)

Il via della corsa dato dal presidente del comitato Festa, dovrebbero venir giù i tanti palloncini, ma restano sospesi nella rete, i primi si avviano e finalmente ecco i palloni scendere sulle teste dei partecipanti, per la felicità dei bambini presenti.   

Giro pianeggiante, sul percorso le sagome di angeli, dove inserire il proprio volto per tante foto… Proseguendo il passaggio tra le bancarelle, e finalmente l’arrivo in piazza, per il primo assaggio di birra…

Il primo giro ha in testa uno scatenato Paolo Liuzzi, ma la sua fuga durerà poco presto ripreso dagli assestati inseguitori.

Spicca il gruppo di hippies, Franco Valente, Laura Tassielli, Massimo Gratton, Antonio De Nicolo, Piero  Ferrante, Domenica Chimienti…

E quei disgraziati di Putignano, vestiti da indigene; il gruppo modugnese che celebra il matrimonio con Rodolfo e Lisa a recitare la parte (parte? È realtà, oramai) di neo sposini hawaiani; da Rutigliano, gli autentici superstar della disco con tanto di cespuglio nero in testa, o ancora le camicie a fiori dei Fenici…

Meriterebbero tutti ore di commenti, di descrizione dei particolari, tutti bravissimi nella trasformazione, nei costumi, nella parte… Tutti bravissimi nel divertirsi e nel far divertire, tutti pronti a non tirarsi mai indietro nel bere bicchieri di birra…

Stanchi e felici, accaldati e divertiti, divisi tra il desiderio di continuare e di fermarsi, sono bloccati dallo scoccare dell’ora di gara.

Ma non è finita, il dj spara musica a palla, cominciano balli sfrenati senza fermarsi mai, senza bloccarsi, la fatica sembra sparita miracolosamente, dalla pelle non esce più sudore, ma birra. “Trenini”, balli di gruppo,  urla, ritmi sfrenati, non si fermano più e a malincuore accettano l’inno nuziale per celebrare i 21 anni di matrimonio tra Lucia e Giuseppe, che ricevono un pallone a forma di cuore.

Si torna a ballare e chi li ferma più? “Energia” avrebbe gridato la mia amica Angela, e qui l’energia è davvero tanta.

Ma occorre premiare i dieci gruppi che più si sono distinti, dal più a tema, a quello più originale, al più simpatico, dieci gruppi ottengono la targa celebrativa.

Salgono due rappresentanti per team, altra festa, altra gioia…

A questo punto è davvero finita, anche se nessuno vorrebbe andar via, occorre sbrigare la piazza per il restante programma della festa.

Simpatica iniziativa rigenerante, soprattutto a livello mentale, da domani si ritorna a correre seriamente, un giorno di svago per grandi e familiari.

Congratulazioni a Francesco e Margherita, organizzazione impeccabile, si sono divertiti i protagonisti e gli spettatori, ogni tanto si ha bisogno di svago.  

Vedete il servizio fotografico, senz’altro rende meglio delle parole.

Ecco, per finire, la lista dei gruppi partecipanti, già i nomi dicono tutto:

70/80 voglia di Disco Party; 80 voglia di Abboccata; Biancaneve e i suoi nani; Fiori fenici, Freedogs, Gli Amici della Corsa, Gli Improvvisati, Gli Scoppianta, i Carnival, I luppoli in fiore, I ricchi e poveri, I sparpaghiat, Matrimonio Hawaiano, Nati nell’ottanta, Peace and Love, Quelli del Selfie, Quelli della Dof, Quintali di Birra, Scappacicer, Scoppiatelle Zulù, Spartani, i 261 di Rutigliano.

Informazioni aggiuntive

Fotografo/i: Roberto e Antonia Annoscia

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina