Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mar 27, 2019 428volte

Dominio etiope tra i 20mila della Beverly Wuxi Marathon

La partenza La partenza Foto Organizzatori

24 marzo - Doppietta etiope nella 6^ Beverly Wuxi Marathon, in Cina, evento IAAF Bronze Label road race: si affermano, infatti, Tsehay Gebre Getiso e Asnake Dubre Negawo, entrambi stabilendo il nuovo record della corsa, in una giornata dal clima fresco con temperatura tra i 9 e i 13 gradi per la durata della maratona.

La 26enne Getiso, dopo un entusiasmante duello con la connazionale 19enne Bekelu Beji, s’impone in 2:28:06, che cancella il precedente record della manifestazione (2:29:17 stabilito dalla etiope Ayelu Abebe Hordofa nel 2017) e migliora il primato personale di quasi cinque minuti (2:32.57 a Casablanca nel 2017). Per Getiso è il secondo successo della carriera, dopo la vittoria nella Kunming Marathon un anno fa.

La gara ha visto comandare un gruppo di 10 atlete per oltre 15 chilometri, comprendente la Getiso e la campionessa uscente, la keniana Priscilla Kipruto Chepatiy. Alla mezza (passaggio in 1:04:40) il gruppo di testa si è ridotto a 7 unità, per scendere a 5 dopo 24 chilometri. Al 30° km (superato in 1.46:10) l’azione decisiva di Getiso alla quale ha risposto unicamente Beji: le due hanno proseguito insieme sino al 39°, quando Getiso ha ulteriormente accelerato per poi andare a vincere, pur dovendosi guardare le spalle dalla connazionale che continuava a tallonarla. Beji ha chiuso in seconda posizione in 2:28:21, migliorando il pb di oltre quattro minuti.

Il podio, interamente etiope, è stato completato da Motu Megersa, terza in 2:30:46, pb anche per lei. Quarta ancora una etiope, Meka Wake Washo in 2:32:01, quinta la keniana Ruth Karanja in 2:33:32.

Nella gara maschile, dopo il passaggio del gruppo di testa composto da 13 atleti, al 15° in 46:27 e al 20° in 1:01:52, si è dovuto aspettare il 30° km (passaggio in 1.33.05) per vederlo ridotto a 11 unità. Al 32° km il burundese Olivier Irabaruta ha cercato l’allungo, ma è stato quasi immediatamente ripreso dal gruppo: solo al 40° km, il trio etiope formato da Negawo, Yihunle e Heye è riuscito a staccarsi dagli altri giocandosi la vittoria nella volata finale.

Nagano, al secondo successo della sua carriera, dopo la Shaoxing Marathon nel 2017, si è imposto in 2:10:21 (primato personale), precedendo il 20enne connazionale Balew Yihunle, secondo in 2:10:22 (pb migliorato di 31 secondi), e l’altro etiope Berhanu Heye, al debutto, terzo in 2:10:25.

Da segnalare che i primi otto uomini hanno tagliato il traguardo raggruppati jn appena 30 secondi, migliorando tutti il precedente limite della corsa, il 2:12:47 stabilito dall’etiope Berga Birhanu Bekele un anno fa.

Quarto ancora un etiope Beshan Yerssie Eskezia in 2.10.32, quinto il burundese Olivier Irabaruta in 2:10:33, sesto il keniano Sylvester Kimeli Teimet in 2:10:44, settimo l’etiope Bekele Sahlesilassie Nigussie in 2.10:46, ottavo il keniano Cheboi Cillins Kipkorir in 2:10:56.

Circa 20000 i partecipanti alla maratona, con 740 atleti che hanno chiuso sotto le 3 ore migliorando il precedente record della Maratona di Shanghai 2018.

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina