Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Feb 25, 2018 4330volte

La Maratona delle Terre Verdiane e il suo Gene

Il sosia di Giuseppe Verdi alla partenza Il sosia di Giuseppe Verdi alla partenza Stefano Morselli

Due persone che si conoscono e si piacciono da sempre, Giancarlo Chittolini e Gene Gnocchi, la voglia di mettere sempre un ingrediente in più nella proposta delle Terre Verdiane, anche se non podistica in senso stretto; la passione per lo sport del noto comico, più calciatore (anche di buon livello) che podista, ma consapevole dell’importanza della corsa per la base atletica.

Mettete tutto insieme e viene fuori, il sabato pomeriggio, un simpatico aperitivo alla Maratona delle Terre Verdiane; il contesto è bello, il Teatro Nuovo, i comprimari Gelati, Pasini e il principe Diofebo Meli Lupi (in forma smagliante) si sono prestati con grande simpatia alle sollecitazioni, talvolta provocazioni, di Gene Gnocchi. C’era un’altra importante ragione per esserci, come ribadito più volte da Spino-Chittolini, una nobile causa: l’incasso devoluto per una terribile malattia, la SLA, per ricordare un campione ed un amico dei due primattori: Michele Concari. Serata conclusa nella taverna del Teatro Congressi, offerta la cena a tutti, anche a chi non era a teatro.

Oggi invece è andata in scena la 21^ edizione della Sojasun Maratona delle Terre Verdiane, più complicata del solito per chi organizza ma soprattutto per chi corre, in particolare per quelli che hanno scelto la Corsa del Principe o di fare l’intera maratona. Neve nei primi chilometri di gara, fino a Fidenza, e soprattutto freddo, vento laterale e spesso contrario, almeno fino alla mezza. Infatti dopo Fontanellato il percorso ha cambiato direzione e addirittura il vento in alcuni tratti aiutava l’incedere dei podisti. I risultati tecnici, sostanzialmente tutti, ne hanno risentito ed i crono sono stati inevitabilmente peggiori delle aspettative.

Terre Verdiane 2018

Come al solito sostanzioso il menu: la velocissima Salso-Fidenza, poco più di 9 chilometri; la mezza di Fontanellato, con l’arrivo nella piazza della bella Rocca; la Corsa del Principe, circa 29 chilometri con lo splendido passaggio finale nel Castello e nel suo parco (mi piace troppo, l’ho fatto due volte); infine la maratona, con arrivo a Busseto. Come sempre partenza simultanea di tutte le gare da via Matteotti a Salsomaggiore. Organizzazione come al solito, molto complessa, ricordo a chi non conosce questa manifestazione che c’è tutto un movimento di bus che riportano i partecipanti alla partenza, ma anche dall’arrivo alla partenza, per chi ha deciso di ritrovarsi la macchina al termine della propria fatica. Per quel che ho vissuto e sentito, mi pare sia andato tutto bene. Un dettaglio, non irrilevante: finalmente una sacca per consegnare il proprio cambio di dimensioni assolutamente adeguate, cosa che raramente accade.

Qualche nota sulla cronaca della gara, in ordine sparso. Alla maratona vince, o meglio, rivince facilmente il marocchino Tariq Bamaarouf (terzo in 2:16:41 all’ultima Venice Marathon). Il promettente Alessandro Giacobazzi (pb in maratona di 2:15:24, Torino 2017), ha fatto un allenamento/ test alla Corsa del Principe, girando al ritmo di 3’23/km. Poco distante il lombardo Loris Mandelli, che ha chiuso alla media di 3’29/km, anche lui ha messo nel mirino la sua maratona. Alla Salso-Fidenza vince Isabella Morlini. Ecco comunque i podi di tutte le distanze.

Maratona maschile
1) Tariq Bamaarouf, 2:31:49 2) Stefano Velatta, 2:38:57 3) Davide Scarabelli 2:44:33

Maratona femminile
1) Eleonora Gardelli, 3:11:26 2) Manuela Rebuzzi, 3:13:19 3) Elena Di Vittorio 3:18:40

Corsa del Principe maschile (29 km)
1) Alessandro Giacobazzi 1:38:05 2) Loris Mandelli 1:40:57 3) Matteo Vecchietti 1:47:12

Corsa del Principe femminile (29 km)
1) Sara Martinelli 2:00:14, 2) Fulvia Corbella 2:05:24 3) Lorenza Banchetti 2:06:27

Mezza Maratona maschile
1) Alessandro Bossi, 1:16:56 2) Alberto Gattinoni 1:16:57 3) Mattia Rombini 1:17:30

Mezza Maratona femminile
1) Karin Angotti, 1:26:27 2) Cristina Trestin, 1:35:10 3) Claudia Magnani 1:35:56

Salsomaggiore – Fidenza maschile (km 9,3)
1) Fabio Ciati, 32:09 2) Cristian Ciobanu 32:55 3) Andrea Tonon 33:03

Salsomaggiore – Fidenza femminile (km 9,3)
1) Isabella Morlini, 35:12 2) Roberta Maestri 38:50 3) Barbara Massimi 39:44

Nella sezione "classifiche" i file completi

Informazioni aggiuntive

Fotografo/i: Stefano Morselli
Fonte Classifica: Sdam

Articoli correlati (da tag)

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina