Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Feb 20, 2022 424volte

Chies d'Alpago (BL) - 39^ Transcavallo, vincono Boscacci e Eydallin

La partenza La partenza Foto Luca Facco

20 Febbraio - La Transcavallo, gara di scialpinismo a squadre affiliata al prestigioso circuito La Grande Course, ha continuato a dare spettacolo. Le montagne a confine tra il Veneto e il Friuli Venezia Giulia, perfettamente imbiancate e le oltre 60 squadre hanno  reso la 39^ edizione memorabile. Anche oggi, dopo uno slittamento di 24 ore per attendere il ritorno del tempo stabile, il Comitato Transcavallo ha allestito un percorso con 2810 metri di dislivello di sola salita e 24 chilometri di sviluppo che ha reso onore a quei Mondiali di scialpinismo disputati proprio su quelle creste nel 2017. Le salite affrontate dalle squadre erano cinque con la spettacolare ascesa al Monte Castelat da conquistare lungo l’affilata cresta a fil di cielo con gli sci nelle spalle e i ramponi calzati.

Il team del Centro Sportivo Esercito formato da Michele Boscacci, medaglia di bronzo nell’Individual Race e nella Relay dei recenti Campionati Europei di scialpinismo e Matteo Eydallin argento nell’Individual Race, sin dalle prime fasi di gara ha preso la testa della corsa lasciando agli inseguitori la battaglia per le altre posizioni del podio.

Boscacci-Eydallin fermano il cronometro con il tempo di 2:56’38’’ mentre alle loro spalle si classificano i loro compagni del Centro Sportivo Esercito Nadir Maguet e Davide Magnini con 2’10’’ di svantaggio. Il podio è stato completato dalla squadra italo-austriaca di William Boffelli e Jakob Herrmann.

In campo femminile nessuna difficoltà per Alba De Silvestro e Giulia Murada, anche loro del Centro Sportivo Esercito, a vincere la 39^ edizione. Le azzurre chiudono la loro prova con il tempo di 3:41’44’’. Sul secondo gradino del podio salgono Elena Nicolini e Martina Valmassoi, completano lo schieramento delle premiazioni la trentina Giorgia Felicetti e l’austriaca Stephanie Kroll.

Nella prova individuale, partita 45 minuti dopo la gara più lunga ha visto il dominio di Simone Manfroi (Asd Cauriol) in campo maschile mentre di Valeria Pasquazzo (Ski Team Lagorai) tra le donne. Il primo a fermato il cronometro in 1:44’04’’, alle sue spalle Germano Corazza (S.C. Dolomiti Ski-Alp) e Mauro Scagliarini (S.C. Dolomiti Ski-Alp).

Tra le donne in seconda posizione si è classificata Monica Tedesco (AG Sport Market).

Gli atleti hanno gareggiato su un percorso ridotto che ha seguito le tracce delle prime due salite del percorso più lungo. Lo sviluppo era di 13 chilometri mentre il dislivello positivo era di 1350 metri. 

In questi anni di pandemia, va ricordato, la Transcavallo non si è mai fermata, anzi ha sempre lottato, non solo contro situazioni meteorologiche avverse per portare sulle proprie tracce i migliori atleti in circolazione.

Archiviata la 39^ edizione l’attenzione si sposterà ai Mondiali Master di scialpinismo che si disputeranno il primo fine settimana di marzo sulle nevi di Piancavallo-Alpago.

Venerdì 4 marzo si correrà la Vertical Race. Il percorso di gara sarà lo stesso dei Mondiali del 2017. Domenica 6 marzo invece sarà la volta dell’individuai Race.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina