Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Fabio Maderna

Venerdì, 30 Marzo 2018 18:57

La RunDonato seconda prova del Corrimilano

Dopo l’esordio super bagnato, il Circuito Corrimilano torna con la 6^ RunDonato, in programma domenica 15 aprile a San Donato Milanese (Mi).
Organizzata dalla A.S.D. Studentesca San Donato, la RunDonato conferma anche per quest’anno la sua missione di “risvegliare la passione per lo sport” ed è per questo che oltre alla gara competitiva di 10 km, confermato il giro da 5 km da ripetersi 2 volte, si svolgerà la RunDonatina, riservata ai bambini delle elementari, e la Corsa non Competitiva i cui partecipanti potranno scegliere fra i 5 o 10 km di corsa. La novità di questa edizione è che anche i non competitivi avranno un chip, usa e getta, per misurare la loro prestazione.
Lo scorso anno la RunDonato competitiva aveva visto primeggiare Pietro Bomprezzi, con il tempo di 31’23”, e, fra le donne, Claudia Gelsomino in 36’01”. Visto il risultato di Pietro Bomprezzi alla Stramilano di domenica scorsa (1:06:55) e quelli del vincitore dell’edizione 2015, Iliass Aouani, oggi studente alla Syracuse Universuty e già maglia azzurra con ottimi risultati in pista, la RunDonato si candida di diritto come “rampa di lancio” per giovani emergenti.
Il fulcro delle manifestazioni sarà sempre il Centro Sportivo Enrico Mattei che accoglierà i partecipanti dalle 8,00 e i primi a partire saranno i competitivi alle 9,00.
Ricordiamo che da sempre la RunDonato destina l’utile della manifestazione in beneficenza e lo scorso anno sono stati donati circa 9.000 euro  
Per tutte le informazioni sulla RunDonato www.rundonato.com

Mercoledì, 28 Marzo 2018 22:06

Nasce Sportupp

Lo scorso 26 marzo, la Sala Appiani all’Arena di Milano ha ospitato la conferenza stampa di presentazione di “Sportupp” la app degli sportivi per sostenere economicamente la pratica dello sport. L’iniziativa è stata voluta e ideata da tre ex azzurri dell’atletica leggera: Carlo Grippo, classe ’55 specialista negli 800 di cui è stato dieci volte campione italiano e primatista del mondo indoor nel 1977 a Milano e finalista ai giochi olimpici di Montreal 1976 e semifinalista a Mosca nel 1980, Luca De Ponti, classe ’57 ostacolista e 10 volte campione italiano master, da 30 anni noto chirurgo ortopedico degli sportivi e Corrado Montoneri, classe ’39 specialista nei 400.
Come è stato più volte ribadito nel corso della conferenza stampa, www.sportupp.it è gratuita e aperta alle Società Sportive e ai singoli atleti che, con l’iscrizione all’app, possono fare acquisti online con le aziende e i servizi convenzionati (quali abbigliamento, viaggi, alberghi, trasporti, prodotti finanziari, telefonia e internet, libri ecc). accumulando per ogni acquisto un bonus in denaro, fino a un massimo dell’8% della spesa, che può essere impiegato per coprire i costi societari oppure essere destinato in beneficenza alle tre onlus selezionate dagli ideatori e precisamente: Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Onlus, Sogni di Bimbo e Sport Senza Frontiere.
La scelta della Lombardia per il lancio di Sportupp, ha spiegato Carlo Grippo, nasce dal fatto che è la regione con il maggior numero di società sportive e di tesserati e con circa 2 milioni di praticanti. In poche settimane dal via, ha aggiunto, hanno aderito già 30 società sportive che abbracciano sport che vanno dall’atletica leggera, al triathlon, al ciclismo, al basket, alla pallavolo e al calcio.
Nel corso della conferenza è anche stata presentata “dreamupp”, l’iniziativa dedicata agli atleti con l’obiettivo di aiutarli a coronare i loro sogni sportivi. Presenti in sala i primi atleti iscritti: Simone Tanzilli, con un personale di 20.70 sui 200m e studente del politecnico, e il ginnasta Niccolò Belli, primo posto a squadra alla Gara internazionale Junior in Germania nel 2016. Il sogno di entrambi gli atleti, fra i più promettenti del panorama nazionale nelle rispettive discipline, è quello di partecipare alle prossime olimpiadi e i loro amici, ma non solo, potranno aiutarli a raggiungerlo sostenendoli economicamente girando loro il cash back generato dagli acquisti su sportupp.

L’iter di avvicinamento alla Stramilano 2018, questa mattina ha riempito un’altra casella con la conferenza stampa di presentazione dei Top Runner che si sfideranno per aggiudicarsi la 43^ Stramilano Half Marathon.
La storica Sala Radetzky di Palazzo Cusani ha, come sempre, elegantemente accolto i partecipanti alla conferenza stampa aperta dal Generale Serto Che ha fatto gli onori di casa e al quale sono poi seguiti gli interventi di Gianni Mauri in qualità di Presidente di Fidal Lombardia, di Claudia Giordani per CONI Lombardia, del Generale di Brigata dei Carabinieri, Roberto Boccaccio e della “gasatissima” Justin Mattera per il doppio ruolo di madrina della manifestazione e di partecipante alla mezza maratona.
Dopo gli interventi degli sponsor e dopo aver ricordato, non senza un po’ di commozione Laura Rossi e Fabio Cappello, sfortunati protagonisti delle Stramilano del 2009 e 2016 a cui sono dedicati due premi speciali, è stata la volta dei veri protagonisti della gara di domenica che, ricordo, prenderà il via da Piazza Castello alle ore 10,30 preceduta dall’ormai storico colpo di cannone, e dove, per la prima volta, sarà posto anche il traguardo finale.
Fra i top a farla da padrone sono kenioti ed eritrei e su tutti, partirà con il pettorale n 1, Simon Kiruthi MUTHONI, classe 1995, terzo lo scorso anno co il tempo di 1:01:34. Muthoi dovrà guardarsi dal suo connazionale, secondo classificato del 2016, Paul Kariuki MWANGI, (pettorale n 2), e dall’eritreo Ambesa Lencho TESFAYE, classe 1997, che partirà con il pettorale n 4 e ha un personale sulla mezza di 1:01:08 ottenuto a Bucarest nel 2017.
Saranno Giovanni Gualdi (pettorale n10) e Francesco Puppi (pettorale n 12) i migliori italiani al via.
In campo femminile la favorita è la già vincitrice della Stramilano 2014 Lucy Wambui MURIGI che partirà con il n 1 e avrà, almeno sulla carta, come principale avversaria la connazionale Moora Ongori (pettorale n 4). Italiane in gara Alice gaggi con il pettorale n 7 e Teresa Montrone con il pettorale n 10.
Ultima curiosità, Justin Mattera partirà con il pettorale n 25.
Le condizioni meteo previste per domenica, dopo due fine settimana decisamente piovosi, sono confortanti e, come diceva in conclusione della conferenza Gianni Mauri, potrebbero esserci i presupposti per battere il record della gara di 59’12” detenuto dal 2016 da James Mwanjii Wangari.
Il mio augurio è che domenica mattina tanti i milanesi scendano in strada ad applaudire i Top, ma anche gli altri 7000 partecipanti alla gara. Buona Stramilano!   

Martedì, 13 Marzo 2018 19:45

Presentata la Stramilano 2018

Questa mattina si è svolta la conferenza stampa di presentazione della Stramilano 2018 in programma domenica 25 marzo e, come ormai tradizione da ormai diversi anni, le porte della Sala Alessi a Palazzo Marino si sono aperte per accogliere i numerosissimi partecipanti alla conferenza stampa.
Tre gli eventi in programma: la Stramilano 10 km, Stramilanina 5 km e la Stramilano Half Marathon e questo sarà anche l’ordine in cui i partecipanti prenderanno il via.
Moderata da Gianni Mauri, la conferenza è stata aperta dai saluti dall’Assessore a turismo, sport e qualità della vita del Comune di Milano, Roberta Guaineri che, oltre ai saluti istituzionali, si è soffermata sull’aspetto sicurezza e quindi sulla necessità di effettuare accurati controlli per l’incolumità di tutti. L’Assessore pertanto ha rivolto un appello ai partecipanti ad arrivare per tempo e di predisporsi “benevolmente” alle eventuali code che dovranno essere affrontate.
Il Generale di Brigata Michele Cittadella, che ha poi preso la parola, ha ricordato che da sempre l’Esercito è al fianco della Stramilano e al loro cannone d’epoca spetterà anche quest’anno dare il via alle manifestazioni. L’Esercito schiererà al via della 10 km circa 1000 soldati mentre saranno una cinquantina quelli che si cimenteranno nella Half Marathon.
Il tema della sicurezza è stato al centro anche dell’intervento del Generale di Brigata dei Carabinieri, Roberto Boccaccio. Il Generale ha ribadito l’importanza dello sport per i componenti dell’Arma portando come esempio Danilo Goffi, presente in sala in divisa. Ha chiuso gli interventi “dal tavolo” Oreste Perri in qualità di Presidente CONI Lombardia.
Dopo i saluti dei rappresentanti dei principali sponsor della Stramilano, Gianni Mauri ha presentato un video con protagonista Costantin Bostan dove ha raccontato la sua vita e quanto lo sport, e la corsa in particolare, lo abbiano aiutato. Semi amputato di una gamba per un incidente domestico capitatogli da piccolo, Costantin aveva iniziato a correre con l’ausilio delle stampelle partecipando alle principali gare milanesi, ma solo dopo la maratona di Milano del 2016 ha iniziato un lungo processo che lo ha portato, grazie a Disabili no Limits di Giusy Versace, a poter abbandonare le stampelle e utilizzare una protesi.
Dopo il video Costantin è salito sul palco, ma dopo poche parole l’emozione ha preso il sopravvento e si è limitato a ringraziare per andare ad abbracciare Giusy.
Poi è stata la volta della madrina della Stramilano 2018, Justine Mattera che, al contrario di chi l’ha preceduta in questo ruolo, sarà, come si è definita, “una madrina attiva” perché parteciperà alla Half Marathon con l’obiettivo di migliorare il suo personale sulla distanza.
La conferenza stampa si è conclusa con la rituale consegna dei pettorali personalizzati della Stramilano 10 km.
Non è stato detto stamattina, ma credo sia il caso di specificare due importanti novità che riguardano la Stramilano Half Marathon. La prima, e questa farà felice molti podisti, è l’orario di partenza anticipato alle 10,30. La seconda riguarda l’arrivo che non sarà più sulla pista dell’Arena Civica, ma in P.za Castello da dove sarà dato anche il via. L’appuntamento con la presentazione dei Top Runner è per venerdì 23 marzo.
Tutti i momenti della conferenza stampa sono stati immortalati da Roberto Mandelli .
Buona Stramilano a tutti!   

 

Questa mattina le porte dell’Arena Civica di Milano si sono aperte per ospitare i partecipanti al 30^ Trofeo Sempione, prima prova, come da 13 anni a questa parte accade, del Circuito Corrimilano.
Chi ha una figlia/o adolescente, sicuramente conoscerà la canzone di Shade che ci ha fatto compagnia la scorsa estate e che ho utilizzato come risposta a chi mi ha chiesto come fosse andata oggi: “bene, ma non benissimo”.
Le pessime previsioni meteo della vigilia si sono del tutto avverate e se l’Arena Civica è un posto fantastico e pieno di fascino nelle giornate “asciutte”, è un incubo con la pioggia, per la mancanza di spazi al coperto che, complici anche altre complicazioni, ci hanno costretto a rivoluzionare per tre volte la logistica optando, alla fine, per utilizzare la palestra sia per la segreteria che per il deposito borse, spostando dal lato opposto il ristoro. Quanti dubbi prima di decidere, però alla fine, complice anche un numero ridotto di partecipanti, il tutto mi sembra abbia retto e le code che temevo si formassero, mi è sembrato siano state fisiologiche.
Condizioni meteo e tante concomitanze di calendario, hanno sicuramente inciso sul numero di finisher che si è fermato a 505, decisamente in calo rispetto alle precedenti edizioni (un po’ meglio era il numero degli iscritti!), ma il colpo d’occhio sulla pista dell’Arena è stato comunque fantastico.
Il percorso di 10 km (un giro di 5 km da ripetere due volte) praticamente tutto disegnato utilizzando i viali all’interno del parco, grazie alla pioggia si è trasformato in un percorso da campestre. All’arrivo ho visto sulle gambe dei partecipanti una quantità tale di fango mai vista nelle prove del Cross per Tutti, nemmeno sommando le 5 prove! Le insidie del percorso hanno provocato qualche caduta, fortunatamente senza gravi conseguenze e fra le vittime, anche Dario Rognoni.
Al termine, fra le impressioni che ho raccolto direttamente o da commenti “rubati” passando fra i concorrenti, la sensazione è che i giudizi fossero decisamente contrastanti: a chi mi ha detto che oggi si è divertito faceva da contraltare chi borbottava con il compagno per le condizioni del percorso.
Partenza puntuale alle 9,30 con il lancio in pista prima di uscire dalla Porta Maratona e immettersi nei viali del parco. Dopo aver visto la partenza e sistemate le transenne sono tornato in palestra per organizzare le premiazioni, e quando sono tornato sulla pista i primi uomini erano già passati dal 5° km e si accingevano a uscire nuovamente per iniziare il secondo giro e ho potuto riconoscere nelle prime posizioni, Dario Rognoni e Loris Mandelli (3° l’anno scoro). Il passaggio delle prime donne invece non me lo sono perso e la piccola folla della quale facevo parte ha applaudito il passaggio in prima posizione di Carolina Sofia Chiralè, gia seconda lo scorso anno.
Il primo a rientrare sulla magica pista dell’Arena è stato Mohammed Morchid, secondo l’anno scorso, che, per un problema con il suo tesseramento, aveva potuto iscriversi solo al 41° Passo del Ciovasso, la non competitiva sulla stessa distanza. Mohammed ha tagliato per primo il traguardo (33’17) ingannando il buon RobertosuperclikMandelli che gli ha riservato una serie di foto come fosse davvero il vincitore. In realtà il primo a tagliare il traguardo è stato Francesco Marino che ha conquistato il 30 Trofeo Sempione in 33’36”.
Alle sue spalle, nonostante la caduta di cui sopra, Dario Rognoni che ha conquistato il secondo posto correndo in 33’45 mentre a completare il podio ci ha pensato Andrea Assanelli in 33’51”. A premi anche Loris Mandelli, quarto in 34’12” e Salvatore Gambino, quinto in 34’18”.
Nessuna sorpresa nella gara femminile con Carolina Sofia Chiralè che ha mantenuto il comando della gara anche nel secondo giro e ha tagliato il traguardo dopo 38’56” di gara. Camilla Corsini, giunta con quasi 3 minuti di distacco (41’03”), si è classificata seconda davanti a una fantastica Roberta Ghezzi, terza in 42’04”.
A premi anche Ilaria Lanzani, quarta in 42’33” e Silvia Marinoni, quinta in 42’43”.
Finito di consegnare le borse e allestito il podio, sono iniziate le numerose premiazioni.
Il prossimo appuntamento con il Corrimilano è per il 15 aprile con la RunDonato.

Domenica, 04 Marzo 2018 22:32

Corrimilano 2018 il via domenica 11 marzo

Domenica 11 marzo è la data di inizio del 13° Corrimilano, il circuito di corse su strada che “abbraccia” nel suo calendario gare milanesi e della provincia.
Anche per l’edizione 2018 le gare in calendario saranno 11, ma non mancano le novità.
L’apertura è, coma da 13 anni, affidata al Trofeo Sempione che domenica 11 celebrerà la 31^ edizione. La gara sui 10 km, tutta corsa all’interno del parco da cui trae il suo nome, è considerata la “classica” che segna l’inizio della stagione podistica milanese.
Parlando delle novità c’è da segnalare il ritorno, dopo un anno di stop, sabato 19 maggio, della Milanino Sotto le Stelle a Cusano Milanino mentre si è preso un anno sabbatico la “new entry” 2017 la Parco delle Cave Run.
Per quanto riguarda le date del calendario, molte le gare che hanno anticipato o posticipato la loro rispetto all’anno scorso. A farla da padrona per importanza dello spostamento è sicuramente la In Gir Ala Cava che dalle gelide domeniche di fine novembre o inizio dicembre, quest’anno si svolgerà, in serale, sabato 23 giugno sempre a firma del GS Zeloforamagno.
Cambio di data anche per la seconda gara in calendario, la Run Donato a San Donato Milanese, in programma domenica 15 aprile (lo scorso anno si svolse a fine marzo!) sempre sulla distanza di 10 km.
Confermata al 25 aprile la Run in Seveso, con il suo percorso di 10 km che per il 2018 sarà omologato, e alla prima domenica di maggio (6) la Corrilambro che con i suoi 7 km all’interno del parco Lambro torna, senza la Parco delle Cave Run, a essere la più “veloce” del circuito.
Dopo la Milanino Sotto le Stelle, sarà un altro parco milanese, a ospitare la 5 prova e precisamente La 10 km del Parco Nord, che anticipa al 10 giugno la sua data.
La già citata In Gir ala Cava sarà la sesta gara del calendario e l’ultima prima della breve pausa estiva del circuito che riprenderà la prima domenica di settembre, il 3, con l’Azzurra Happy Run la più giovane delle gare del circuito e che ha tanta voglia di crescere e in fretta e che conferma il percorso di 10 km proposto nel 2017.
Dopo lo spostamento dello scorso anno, è confermata a settembre la CorrinCesano, e precisamente domenica 30, mentre la domenica successiva, il 7 ottobre, sarà la volta della Cinisello di Corsa.
Il gran finale del circuito 2018 sarà il Trofeo Montestella, che si svolgerà domenica 28 ottobre.
Nessuna novità invece per quanto riguarda il Regolamento del Circuito che è disponibile, come tutte le informazioni sulle gare, sul sito www.corrimilano.org.  Una novità però, per gli affezionati del Circuito la vogliamo riservare e sarà quella di rendere noto già dalle prossime settimane, il premio di partecipazione che daremo a chi porterà a termine tutte e 11 le gare del circuito.
Domenica 11 inizia il 13° Corrimilano, ti sei iscritto?  

Domenica, 25 Febbraio 2018 22:10

Treviglio (BG) – 17^ Maratonina di Treviglio

L’appuntamento, per i partecipanti alla 17^ Maratonina di Treviglio, è alle 8,00 alla ormai collaudata palestra Rossini di Treviglio. Il temuto Burian, l’ondata di freddo balcanica annunciata nei giorni scorso, ha già fatto vedere i suoi primi effetti e il panorama, arrivando a Treviglio da Milano, è leggermente imbiancato e la temperatura è decisamente rigida, ma sarà poi il vento gelido che, dalle testimonianze raccolte a fine gara, ha reso per certi versi epica la gara degli 865 finisher (lo scorso anno erano stati 1058!).
Anche quest’anno l’organizzazione dell’Atletica Treviglio, capitanata da Giovanni Bornaghi, è stata ottima e quest’anno, in un’ottica di continuo miglioramento, la novità è stata l’introduzione dei pacer.
Percorso invariato rispetto all’anno scorso e il via è stato puntuale alle 9,30.
Rispetto alle mie ultime due presenze a Treviglio, quest’anno non ho chiesto di seguire la gara sulla macchina apripista e dopo la partenza sono rimasto all’imbocco di via Vespucci ad aspettare il passaggio dei concorrenti che sarebbe avvenuto dopo circa 3,5 km, al termine del giro di lancio.
Nel pre gara chiedo a Giovanni Bornaghi chi siano i favoriti e la mi risponde che sono due keniani, in campo maschile, e una ragazza ruandese in campo femminile, ma l’incognita del clima potrebbe riservare sorprese. Il dubbio però è fugato praticamente subito perché quando transitano davanti a noi dopo i primi 3,5 km di gara, i primi due sono proprio i ragazzi keniani e dietro a loro è bagarre con Andrea Soffientini, che ha saltato l’ultima prova del Cross per Tutti di Lissone per essere a Treviglio. Anche il pronostico per la gara femminile sembra rispettato perché la prima donna a passare è proprio Clementine Makundanga che ha già un notevole vantaggio sulla seconda.
Il freddo è pungente e per ingannare l’attesa dell’arrivo, Claudia, mia compagna di squadra ferma per infortunio, che è di Treviglio, mi guida in una ottima pasticceria, slurp!
Dopo circa un’ora di gara siamo in prossimità dell’arrivo dove si è radunata una piccola folla di amici e parenti e fra loro, l’immancabile amico Vittorio Fucina: è sempre un piacere rivederlo anche se era meglio quando entrambi eravamo in gara a “battagliare” con lo Scianca, mentre oggi eravamo entrambi ad aspettarlo al traguardo.
Le folate di vento mettono a dura prova la tenuta dei gonfiabili, ma anche della nostra.
Dopo 1:07:05, il record di Battocletti è salvo, a tagliare il traguardo a braccia alzate è Sammy Kipngetich e dietro a lui il vuoto. Poco dopo il suo arrivo vedo, al di là delle transenne l’altro atleta keniano che sembra zoppicare per cui attendo incuriosito l’arrivo del secondo, ma non aspetto molto perché a svoltare la curva che immette al rettilineo di arrivo di via Vespucci, è la maglia bianca di Andrea Soffientini che chiude al secondo posto in 1:08:53 lasciando alle sue spalle Abtellatif Batel che arriva in 1:09:29.
Senza storia la gara femminile condotta, come già detto, sin dalle prime battute dalla favorita Clementine Makundanga che ha tagliato il traguardo in 1:19:12. L’attesa per vedere la seconda classificata dura cinque minuti, quando supera il traguardo Maurizia Cunico (1:24:02). A chiudere il podio femminile è stato l’arrivo di Chiara Milanesi staccata di soli 20” dalla Cunico (1:24:22).
Per oggi da Treviglio è tutto!

Sabato, 17 Febbraio 2018 21:41

Il Trofeo Sempione compie 30 anni!

Correva l’anno 1988 e l’Unione Sportiva Ciovasso, dopo undici edizioni del “Passo del Ciovasso”, una non competitiva che si svolgeva attraversando il Parco Sempione, i Giardini Pubblici e le parti storiche della città, pensò di elevare il livello della manifestazione istituendo il “Trofeo Parco Sempione” e proprio questa gara. domenica 11 marzo, festeggerà i suoi 30 anni di vita, anche se il rischio che questo importante traguardo non potesse essere raggiunto è stato reale, ma la volontà dei soci dell’Unione Sportiva Ciovasso, insieme all’Atletica Lambro Milano e l’Ortica Team, hanno “sventato” questa minaccia.
L’appuntamento per la festa dei trent’anni è quindi fissato all’Arena Civica di Milano per domenica 11 marzo a partire dalle 8,00. La gara, con partenza alle 9,30 dalla mitica pista di atletica, si svilupperà sullo stesso percorso di 5 km, da ripetersi per due volte, dello scorso anno che prevede un suggestivo passaggio a metà gara in pista.
Alla gara competitiva farà da cornice la 41^ edizione del Passo del Ciovasso aperta a tutti.
Le iscrizioni sono già aperte e si chiuderanno giovedì 8 marzo o al raggiungimento di 1000 iscritti.
Ricordiamo che i “Campioni in carica” del Trofeo Parco Sempione sono Claudia Gelsomino e Pietro Sonzogni, gli ultimi ad aver iscritto il loro nome nell’Albo d’Oro della gara.
Come ormai avviene da 13 anni, il Trofeo Parco Sempione sarà anche la prima prova del Circuito Corrimilano.
Per informazioni sulla gara www.trofeosempione.it
Vi aspettiamo, stiamo organizzando una bella festa!

Sabato, 27 Gennaio 2018 23:26

Grande festa finale per il Corrimilano 2017

Venerdì 26 gennaio è definitivamente calato il sipario sul 12° Corrimilano con la cerimonia delle premiazioni che si è svolta presso l’Auditorium della B.C.C. Milano a Carugate che, nei mesi scorsi, aveva già ospitato importanti appuntamenti dedicati all’atletica con le premiazioni organizzate dal Comitato Regionale FIDAL Lombardia e dal Comitato Provinciale FIDAL di Milano.
Invitati alla serata finale erano le prime tre donne e i primi tre uomini della classifica assoluta, i 51 vincitori di categoria e i 133 affezionati al Circuito cui spettava il riconoscimento del premio di partecipazione.
Auditorium quasi esaurito quando ho preso la parola per dare inizio alla serata con i doverosi ringraziamenti a BCC Milano per l’ospitalità, ad Angelo Ceruti, che sin dalla prima edizione ha creduto nel nostro progetto e a quanti erano presenti. Non sono mancati i ringraziamenti a RobertosuperclikMandelli che, oltre a essere presente alla serata, ha immortalato praticamente tutte le prove del circuito 2017 e a Ricky Paternò che ha curato la comunicazione del Corrimilano, gestendo la pagina Facebook e il nuovo sito.
Prima i lasciare il microfono ho voluto ricordare l’amico Goffredo Tredici, presente in sala la moglie, scomparso a fine dicembre.
Finito il mio breve intervento, i microfoni sono passati in mani decisamente più abili al loro utilizzo: Rosanna Massari e Gianni Mauri che, come ormai accade da qualche anno, hanno, con la loro professionalità, simpatia e allegria, condotto la serata rendendola una grande festa di famiglia.
Mentre sugli schermi, ai lati della sala, scorrevano i filmati di alcune gare e le foto di tutti i premiati negli slide show preparati da Ricky, sul palco sono stati i primi tre classificati/e della classifica assoluta e poi le società che si sono aggiudicate i premi di merito e di partecipazione con La Michetta di Milano dominatrice assoluta delle due classifiche.
Ricordo che a la classifica femminile ha visto al primo posto Elvira Marchianò che ha preceduto Victoria Dumitru e Roberta Ghezzi, entrambe vincitrici di passate edizioni del circuito. Al maschile, Giuseppe Lucia ha iscritto per la terza volta il suo nome nell’Albo d’Oro del Corrimilano. Dietro di lui Massimo Figaroli e Giuseppe Neutro.  
Dopo la premiazione delle Società, Rosanna, imbeccata da Gianni, ha ricordato che il prossimo 10 febbraio terrà un work shop sulla motivazione personale (“Riparto da me …. motivarsi per motivare) presso l’Hotel Poli a San Vittore Olona.
Poi la serata è ripresa con le premiazioni dei podi di categoria e dei vincitori dei premi di partecipazione.
Il Corrimilano rialzerà il sipario per la 13^ edizione il prossimo 11 marzo con la 30^ edizione del Trofeo Sempione mentre nei prossimi giorni, sul sito del circuito, sarà pubblicato il calendario, purtroppo ancora non definitivo in tutte le date, del circuito dove spicca il ritorno della Milanino Sotto Le Stelle.
Da lunedì 29 gennaio chi non ha potuto partecipare alla serata, potrà ritirare il suo premio da Koala Sport in via dei Gracchi a Milano.

Mercoledì, 17 Gennaio 2018 22:14

Corrimilano 2017 - Il 26 gennaio le premiazioni

La 12^ edizione del Corrimilano avrà il suo epilogo venerdì 26 gennaio con la serata dedicata alle premiazioni di tutti i vincitori. Quest’anno, a fare da cornice alla festa finale, sarà l’Auditorium Don Enrico De Gasperi della B.C.C. di Milano, in via Don Bosco, 12 a Carugate (Mi).
A essere premiati saranno i vincitori Assoluti del Circuito, ma anche i vincitori delle classifiche di categoria, le società sportive che si sono distinte per i risultati ottenuti e per le presenze e gli atleti che hanno partecipato a tutte e 11 le gare (46), a 10 (43) e a 9 (43) come da regolamento.
Se l’Albo d’Oro al femminile vede irrompere una novità assoluta, quello maschile decisamente no, ma andiamo con ordine.
A vincere la classifica femminile è Elvira Machianò che vede premiata la sua regolarità di risultati e partecipazione, ottenendo 468 punti totali. Elvira infatti non ha vinto nessuna gara del Circuito, ma si è sempre piazzata nelle prime posizioni. Sul secondo e terzo gradino del podio salgono due ex vincitrici del circuito: Victoria Dumitru (447) e Roberta Ghezzi (419).
Dopo i successi nel 2015 e 2016, il N 1 del Circuito si conferma essere Giuseppe Lucia che, come negli scorsi anni, ha confermato la sua regolarità e fedeltà al circuito, partecipando a tutte e 11 le gare in calendario. Anche per lui nessun successo “di tappa”, ma tanti ottimi piazzamenti. Giuseppe ha ottenuto 1480 punti. Bissa il secondo posto dello scorso anno   Massimo Figaroli (1459 punti) mentre al terzo si piazza Giuseppe Neutro (1434 punti).

Con i 563 arrivati alla In Gir Ala Cava, che ha chiuso il Circuito 2017, sono state 6.276 le presenze totali (5.031 uomini e 1.245 donne) cui vanno aggiunti i partecipanti alle non competitive presenti in molte manifestazioni.

Sul palco dell’Auditorium saliranno anche i primi 3 di ogni categoria, maschile e femminile, che abbiano portato a termine, come da regolamento, almeno 8 delle gare in calendario.

Ai fedelissimi, citati all’inizio, sarà consegnato il Diploma di Partecipazione e un meritato riconoscimento.
 
Fra le Società, La Michetta è risultata la migliore sia in termini di risultati ottenuti (4474 punti), che per numero di presenze (478). Nella classifica assoluta i gialloblu hanno superato l’Euroatletica2002 (3554) e il GS Montestella (3425). 
Dietro La Michetta nella classifica di partecipazione troviamo il GS Montestella (302) e i Road Runners Club Milano con 295 presenze

Gli elenchi completi di tutti i premiati del 12° Corrimilano sono disponibili sul sito www.corrimilano.org
Per informazioni sulla serata Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prossime gare in calendario

CLICCA QUI per consultare il calendario completo

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina