Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Feb 13, 2024 padre Pasquale Castrilli 1128volte

Ripensando a Kelvin Kiptum

13 febbraio. Il Kenya intero si prepara ad celebrare il suo campione Kelvin Kiptum. “La data delle esequie di Stato al momento non è stata ancora fissata”, ha detto stamattina il ministro dello sport Ababu Namwamba. Lo piange non solo il mondo dello sport, ma tanti che hanno conosciuto l’abnegazione di questo campione che aveva promesso di onorare la maratona in questo 2024, a Rotterdam in primavera e ai Giochi Olimpici di Parigi in estate.

Kelvin Kiptum, detentore del record del mondo in maratona, come già sappiamo ha perso la vita l’11 febbraio in un’incidente stradale nei pressi di Flax, sulla strada che collega Eldoret a Kaptagat. Con lui è deceduto l’allenatore Gervais Hakizimana di origine ruandese. Kelvin e Gervais avevano visto in serata la partita Manchester United-Aston Villa della Premier League inglese. Kiptum aveva anche telefonato alla moglie Asenath Ceruto attorno alle 20 promettendo di richiamarla più tardi.

Ricorderemo Kiptum per le sue prestazioni e per la sua abnegazione. Era solito affermare che nella sua vita faceva tre cose: correre, mangiare e dormire.

Ma ripercorriamo la sua breve vita agonistica cominciando dalle Mezze Maratone che sono state otto in totale. Riportiamo qui la prima in Kenya ed alcune delle più significative:

  • 2018 - Eldoret, Kenya - 1h02’01’’
  • 2019 - Lisbona, Portogallo - 59’53’’
  • 2020 - Valencia, Spagna - 58’42’. Sesto al traguardo nella mezza maratona probabilmente più forte di tutti i tempi con ben 8 atleti sotto i 60 minuti.
  • 2021 - Valencia, Spagna - 59’02’’

Le Maratone ufficiali sono state solamente tre, tutte vittoriose:

  • 2022 - Valencia, Spagna - 2.01’53’’
  • 2023 - Londra, Regno Unito - 01’25’’
  • 2023 - Chicago, USA - 2.00’35’’ (record del mondo)

In quasi tutte le gare ufficiali Kiptum ha corso la seconda metà più veloce della prima.

Probabilmente è stato l’atleta che ha corso più chilometri di sempre in allenamento. Lo dimostra la tabella che riportiamo con una sua settimana tipo:

  • Lunedì - mattina: 25-28 km (da 4’10’’/km a 3’40’’/km). Pomeriggio: 12 km jogging
  • Martedì - mattina: Fartlek di 12 km (1 ora). Pomeriggio: 12 km jogging
  • Mercoledì - mattina: 25-28 km (da 4’10’’/km a 3’40’’/km). Pomeriggio: 12 km jogging
  • Giovedì - tra i 30 e i 40km vicini al ritmo maratona
  • Venerdì - mattina: 25-28 km (da 4’10’’/km a 3’40’’/km). Pomeriggio: 12 km jogging
  • Sabato - mattina: Fartlek di 12km (1 ora). Pomeriggio: 12 km jogging
  • Domenica - tra i 30 e i 40km vicini al ritmo maratona

Un talento eccezionale, ma anche un esempio di dedizione assoluta. Lo avevamo presentato ai lettori di podistiNet in questo articolo lo scorso autunno all’indomani del record a Chicago:

https://podisti.net/index.php/commenti/item/10886-come-kelvin-kiptum-e-arrivato-al-primato-mondiale.html

Kiptum lascia la moglie e due figli. E’ e sarà una fonte di ispirazione per tanti.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina