Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Gen 23, 2019 1077volte

Lagat e W. Alemu vincono una calda Mumbai Marathon

Lagat taglia il traguardo Lagat taglia il traguardo Foto Procam International/IAAF

20 Gennaio - La temperatura oltre la media, ben 23° gradi, ha accolto i partecipanti alla Tata Mumbai Marathon (IAAF Gold Label road race) in India: nonostante tutto, i due vincitori, il keniano Cosmas Lagat e la etiope  Worknesh Alemu si sono affermati rispettivamente in 2:09:15 e 2:25:45, i secondi migliori tempi nella storia della manifestazione, che sono valsi il premio – a testa – di 45.000 dollari.

Partiamo dalla gara femminile, con il gruppo di testa che guidato dai pacemakers (uomini) è passato al 10° km in 34:28 e al 20° in 1h08:42.

Un gruppetto di quattro donne, tutte etiopi, Worknesh Alemu, Amane Gobena, Birke Debele e Mergetu Alemu, erano davanti al 30° km: 1h43:14 il passaggio, con ancora viva la speranza di poter battere il primato della gara, appartenente alla keniana Valentine Kipketer con 2h24:33 nel 2013.

Successivamente Mergetu Alemu si è staccata dal gruppetto, seguita poi da Birke Debele, con la sola Gobena che ha resistito a Worknesh Alemu fino al 35° km, quando, anche a causa di problemi di stomaco, ha lasciato andare la compagna di fuga.

Con la temperatura aumentata fino a 26 gradi, Alemu ha proseguito verso la vittoria e il nuovo record personale in 2h25:45, mentre Gobena, vincitrice uscente, ha concluso seconda in 2h26:09, malgrado i suddetti problemi fisici. Terza la Debele in 2h26:09, con sette etiopi ai primi sette posti.

Ottava l’indiana Sudha Singh che, in 2:34:56, ha realizzato il primato personale, a soli 13” dal record nazionale.

La gara maschile ha visto inizialmente un gruppo di 14 atleti – compresi 3 pacemaker – guidare la corsa con passaggi al 10° km in 30:53, al 20° in 1h02:18 e alla mezza in 1h05:15.

Ma, circa al 29° km, l’azione di Lagat è divenuta decisiva, con il keniano che affiancato soltanto da due pacemaker, è passato al 30° km in 1h32:23, con sette uomini ad inseguirlo staccati di 11”.

Pur abbandonato dalle due “lepri” al 32° km, Lagat ha continuato a spingere, guadagnando 40” di vantaggio sugli inseguitori al 35°, incrementato a 60” al 38°.

Lagat è così andato a vincere in 2h09:15, precedendo gli etiopi Aychew Bantie, secondo in 2h10:05, e Shumet Akalnew, terzo in 2h10:14.

Solo settimo il favorito della vigilia, Abere Kuma, che staccatosi al 30° km dai più forti, ha concluso in 2h13:10.

Classifiche

Uomini
1 Cosmas Lagat (KEN) 2:09:15
2 Aychew Bantie (ETH) 2:10:05
3 Shumet Akalnew (ETH) 2:10:14
4 Daniel Muteti (KEN) 2:10:55
5 Ayenew Mekuant (ETH) 2:11:16
6 Silas Too (KEN) 2:12:06
7 Abera Kuma (ETH) 2:13:10
8 Deresa Geleta (ETH) 2:13:11

Donne
1 Worknesh Alemu (ETH) 2:25:45
2 Amane Gobena (ETH) 2:26:09
3 Birke Debele (ETH) 2:26:39
4 Mergertu Alemu (ETH) 2:31:00
5 Almaz Negede (ETH) 2:31:45
6 Melesech Tsegaye (ETH) 2:32:45
7 Zinash Gerado (ETH) 2:34:32
8 Sudha Singh (IND) 2:34:56

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Prossime gare in calendario

CLICCA QUI per consultare il calendario completo

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina