Stampa questa pagina
Giu 20, 2021 1344volte

Doppietta elvetica, record e multe al Miglio di Vignate (MI)

Da sinistra: Caramella, Bedin e De Lorenzi ovvero il podio maschile, dietro leggermente coperto Ghillioni, quarto classificato Da sinistra: Caramella, Bedin e De Lorenzi ovvero il podio maschile, dietro leggermente coperto Ghillioni, quarto classificato Foto: Andrea Lo Faro

Buona la prima a Vignate. Consentiteci di utilizzare questa frase, spesso abusata, ma in questo caso assolutamente appropriata, per descrivere il pomeriggio di atletica che ha avuto luogo ieri, sabato 19 giugno a Vignate (MI), dove era in programma il 1° Miglio di Vignate – memorial Ruggero Tagliaferri, atleta ed allenatore di Athletic Team Pioltello e poi nell’Atletica Vignate 1984, prematuramente scomparso nel 2019. Ruggero sarebbe stato molto contento di vedere il centro sportivo affollato di Ragazzi/e, Cadetti/e impegnate nei 60 metri, 1000 metri e salto in lungo, prima delle gare sulla distanza anglosassone. Per tutti i risultati ed i meravigliosi servizi fotografici di Monica Cappato e Andrea Lo Faro, potete cliccare qui e navigare sulla pagina del Club del Miglio dedicata al calendario.

Parlavamo di centro affollato, così come gli insufficienti parcheggi che lo circondano, presi d’assalto da atleti ed accompagnatori. In mancanza di meglio, molti hanno lasciato l’auto in sosta vietata. E così, in strade periferiche di questo piccolo centro, dimenticate da Dio, ma non dai locali Vigili Urbani, è stata una strage di multe. Ora io non mi permetto di entrare nel merito delle ammende comminate, faccio solo notare che in caso di un sovraffollamento del genere, le forze dell’ordine oltre a staccare dei biglietti da lasciare sui parabrezza, avrebbero dovuto anche svolgere un’attività di supporto agli automobilisti. Mentre io (che ho parcheggiato regolarmente) non ho visto in giro una pattuglia né all’arrivo, né quando ho lasciato il centro, né tantomeno nei miei giri di riscaldamento e defaticamento pre e post gara. A questo punto speriamo solo che i soldi raccolti servano per fare qualche miglioria all’impianto.

Venendo ai risultati del Club, festeggiamo due nuovi record italiani: SM85 con Pietro Ferrari (Road Runner Milano) in 12’35”30 ed SF70 con Annamaria Vaghi (Atletica Pavese) in 7'26"98. Ci ha provato, ma senza riuscirci, anche Giuseppe Lombardo che a dispetto del cognome è un ligure. Il sessantacinquenne ha corso in 5’29”12, ovvero alla media di 3’24” al km. Mica male.

Nelle due batterie femminili la più veloce è stata Ilaria Arini dell’Atletica Bellinzona in 5’26”48, davanti a Matilde Confalonieri e Dayana Aleksova, per un derby italo-svizzero che è continuato tra i maschi. Anche qui successo rossocrociato con Roberto De Lorenzi (Unione Sportiva Capriaschese) in 4’25”04 che ha preceduto Luciano Bedin ed il connazionale Fabio Caramella.

Sabato 17 luglio 2021 si disputerà la 22^ Edizione del Miglio di Lonato, ma attenzione, si correrà presso il Centro Sportivo Sanpolino a Brescia. E’ l’ultima tappa del Club del Miglio prima delle vacanze estive. Ricordiamo tre aspetti importanti relativamente alle iscrizioni: 1) vanno inserite nel portale FIDAL dalle società di appartenenza entro il martedì precedente la gara 2) le iscrizioni dovranno poi essere confermate entro il giovedì sempre sullo stesso sito federale 3) per chi non ha corso il miglio negli ultimi anni è bene inserire un tempo di accredito o comunicarlo al Club del Miglio in maniera di predisporre delle batterie equilibrate che sono alla base di un sano divertimento oltre che da stimolo per ottenere i migliori risultati personali.

Rodolfo Lollini – Redazione Podisti.net