Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mar 31, 2020 609volte

Sport Club Atletica e Triathlon Libertas Sesto: 2000 euro per gli ospedali cittadini

Sport Club Atletica e Triathlon Libertas Sesto: 2000 euro per gli ospedali cittadini Foto: R Mandelli

In tempi di Coronavirus non si gareggia e quindi cosa hanno fatto i runner delle due società in oggetto? Lo facciamo raccontare al presidente della Libertas Luciano Trezzi a cui chiediamo anche un breve profilo della sua società:

“Oltre 120 tesserati, una presenza attiva e radicata sul territorio Sestese dal 1953. Uniti da una grande passione per il running in tutte le sue espressioni; dal cross alle maratone, dal trailrunning alle ultra maratone, Libertas Sesto c’è. Da questo anno abbiamo anche il triathlon. Visto che non possiamo partecipare a delle gare, ma i soldi delle iscrizioni avevamo già previsto di spenderli, alcuni nostri soci, come Renato e Stefano hanno proposto di donarli agli ospedali di Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo, anche loro in prima linea contro il Coronavirus. In breve tempo abbiamo raccolto 2000 (ndr: ci hanno anche inviato copia del bonifico effettuato)”. 

E così, mentre i podisti vengono limitati nella loro pratica anche quando essa non crea nessun pericolo di ulteriore contagio, mentre è in corso un linciaggio anche mediatico di chi corre in solitudine e sicurezza, come rispondono i runner? Con tante donazioni.

Un invito a tutte le società o i gruppi podistici: non esitate a segnalarci analoghe iniziative e sarà per noi un piacere dare la giusta evidenza.

3 commenti

  • Link al commento Mercoledì, 01 Aprile 2020 15:04 inviato da STEFANOn MORSELLI

    Gli atleti di interesse olimpico continuano a correre, saltare, lanciare, nuotare, perché sono autorizzati a farlo dal CONI e Ministero, usciamo da questa ambiguità.

    Rapporto
  • Link al commento Martedì, 31 Marzo 2020 14:23 inviato da BestiaModesta

    "E così, mentre veri campioni e professionisti del running seguono le indicazioni e stanno a casa per non aumentare il pericolo di contagio, uno sparuto gregge di scarsoni continua come se nulla fosse a correre minando la sicurezza propria ed altrui; come rispondono i runner? Stando a casa ed indignandosi!"

    Rapporto
  • Link al commento Martedì, 31 Marzo 2020 13:01 inviato da Davide

    Apprezzo molto la buona volontà di tutti in questo momento difficile e le donazioni sono di grande aiuto. Sottolineo che è necessario rispettare mai come in questo momento le leggi sulla limitazione del movimento a tutela della difesa della salute sancito dall'articolo 32 della costituzione. Il dovere morale e civico di ogni podista, come sportivo, è dare l'esempio e rispettare le regole, così come nelle gare alle quali partecipiamo, non rispettare tali leggi è come tagliare in una gara, si può fare, ma vale? Per i pochi che non rispettano tali leggi il rischio è di far passare un'intera categoria di sportivi come untori e io non ci sto.

    Rapporto

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina