Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mar 09, 2022 Redazione 1708volte

Concluso il processo di 1° grado per la morte di Marisa Moretti

Concluso il processo di 1° grado per la morte di Marisa Moretti Foto Fabbiani

Lo scorso 9 Agosto 2019, la 47enne di Castelnuovo ne' Monti Marisa Moretti perse la vita in conseguenza di una caduta durante il "Centrale Night Trail" di Ligonchio, sull'Appennino reggiano (noto ai più come patria di Iva Zanicchi).
La manifestazione era stata organizzata in notturna in occasione dei festeggiamenti del centenario della Centrale Enel di Ligonchio.

http://podisti.net/index.php/cronache/item/4596-ligonchio-re-atleta-48-ricoverata-in-rianimazione-dopo-una-caduta.html


Per quella morte, si è concluso in questi giorni presso il Tribunale di Reggio Emilia il processo di primo grado che si è svolto con rito abbreviato.
Il giudice ha condannato per omicidio colposo a sei mesi di reclusione Paolo Manelli, referente della Uisp di Reggio Emilia, e a 4 mesi il volontario Fabrizio Galassini. Per entrambi la pena è sospesa. Assolta Nadia Fattori per non aver commesso il fatto.
Il dramma avvenne alle 22.30 quando la vittima, che con il compagno e un’amica stava percorrendo il sentiero Cai 637, scivolò in un dirupo battendo la testa sulle rocce.

I soccorsi furono molto complicati a causa della difficoltà a raggiungere la donna ferita, ed il trasferimento all'Ospedale di Parma avvenne in elicottero dopo alcune ore dall'incidente.
La procura aveva aperto un'inchiesta ottenendo il rinvio a giudizio per Manelli, Galassini e Fattori.
Da quanto riporta REGGIONLINE, secondo l’accusa, il pericoloso tratto era segnato nelle cartine ufficiali del trail che la donna ed il compagno avevano seguito, inoltre, sempre secondo l'accusa, l’organizzazione non aveva adeguatamente segnalato sul posto i percorsi alternativi.

Podisti.net aveva già pubblicato la lunga ricostruzione del fatto operata dal compagno della vittima, Paolo Fabbiani: http://podisti.net/index.php/commenti/item/4636-il-compagno-di-marisa-moretti-deceduta-nel-trail-di-ligonchio-risponde-a-sindaco-e-assessore.html#!002Moretti_Marisa_cartografia_trail_ligoncio

Era ed è in questione se il sentiero percorso durante l'incidente fosse 'autorizzato', compreso nelle mappe dell'organizzazione, o fatto invece 'abusivamente', da una compagnia di amici che se la stavano prendendo molto comoda essendo ormai fuori gara, come lasciò capire nell'immediatezza della sciagura il sindaco del comune interessato. E' tuttavia un fatto che i soccorsi scattarono molto in ritardo.
A carico degli imputati è stato stabilito dal Giudice anche il risarcimento in sede civile e una provvisionale di 20mila euro per i familiari.

[F. M.] Come si suol dire, aspetteremo di leggere la sentenza con le sue motivazioni. Umanamente, ci spiace per il coinvolgimento di persone la cui dedizione al nostro sport è fuori discussione.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina