Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Gen 11, 2023 586volte

Presentata a Milano in Regione la 91^ Cinque Mulini

Presentazione alla regione Lombardia Presentazione alla regione Lombardia Roberto Mandelli

Pochi giorni ancora e finalmente si saprà chi salirà sul podio alla 91ª edizione di una gara entrata, di diritto, nell’Olimpo del cross mondiale: la “Cinque Mulini”, in calendario domenica 15 gennaio (gara élite ore 14,45).

Nel gennaio 1933 un gruppo di amici, guidati da Giovanni Malerba, si mise in testa di organizzare una corsa in mezzo ai campi, sulle rive dell’Olona dove, allora, ancora macinavano diversi mulini anche a San Vittore. Così nacque ufficialmente quella che oggi conosciamo come Cinque Mulini. Prima vittoria di Mario Fiocchi che precede il duo Luigi Pellin (vincitore delle tre edizioni successive) e Celeste Luisetti.
Grandi campioni hanno immerso piedi e caviglie nel fango e nella polvere del Mulino Meraviglia e della Fattoria Chiapparini. Nel 1953 la Cinque Mulini allarga i confini diventando “internazionale”, e già l’anno dopo ecco il primo atleta non azzurro salire sul più alto gradino. È il tunisino Hamed Labidi (ancora terzo nel 1956), davanti a Mazzon e Pelliccioli. Da allora è un susseguirsi quasi ininterrotto di atleti leggendari. L’ultimo vincitore azzurro porta il nome di Alberto Cova. Siamo nel 1986. Il brianzolo, allenato da Giorgio Rondelli, stava attraversando anni di splendidi successi: Europei di Atene (1982), i primi Campionati Mondiali di Helsinki (1983), i Giochi Olimpici di Los Angeles (1984), il doppio successo (5 e 10mila) in Coppa Europa a Mosca (1985). Pareva imbattibile.
Da quell’anno è iniziata la cascata di diamanti, provenienti da tutto il globo.
Ecco i nomi più rappresentativi saliti sul podio: Michel Jazz, Billy Mills, Gaston Roelants, Kipchoge Keino, Frank Shorter, Filbert Bayi, Robert De Castella, Paul Kipkoech, John Ngugi, Moses Tanui, Khalid Skah, Fita Bayesa, Paul Tergat, Kenenisa Bekele, sino agli ultimi “imperatori” delle vallate keniane ed etiopi.

Quasi identica la “storia” della Cinque Mulini femminile. Prima edizione nel 1971, con la vittoria della britannica Rita Ridley. A seguire tutte le migliori al mondo, iniziando dalle nostre grandi e indimenticabili Paola Pigni, Gabriella Dorio, Nadia Dandolo, ultima vincitrice italiana nel 1990. Dopo quell’anno hanno impresso il loro nome nell’albo d’oro della Cinque Mulini: Esther Kiplagat, Albertina Dias, Merima Denboba, Kipkyegon, Gemechu.

Particolare non indifferente: la Cinque Mulini non si è fermata neppure negli gli anni bui e terribili della Seconda Guerra Mondiale e durante la pandemia di Covid.
Saprà il neo campione europeo dei 10.000 (Monaco di Baviera, agosto 2022) Yeman Crippa spezzare l’incantesimo di quei “diamanti”? Compito difficile, ma non impossibile, il suo. I keniani Rono e Lingokal e il marocchino Ben Yazide sulla carta sono avversari di rispetto. A far da corollario altri specialisti della corsa che attraversa i campi come Neka Crippa, Cesare Maestri, campione europeo di corsa in montagna, Enrico Vecchi, Luca Alfieri (primo degli italiani lo scorso anno) e Marco Fontana Granotto. Gli ultimi tre hanno fatto parte della nazionale italiana under 23 di cross a Venaria Reale.
Grande lotta anche in campo femminile, tra le favorite Beatrice Kebet, argento a Eugene (Mondiali) nei 5000, la keniana Lucy Mawia al comando del World Ranking Cross country. Per i nostri colori vedremo all’opera Valeria Roffino, Micol Majori, Giovanna Selva ed Elisa Palmero.

Non resta che ritrovarci sul terreno di gara, il “Vallo”, sui prati antistanti i Mulini Meraviglia e Cozzi per scoprire i nuovi “signori” dei Mulini.

Ecco le dichiarazioni degli intervenuti alla presentazione:

Daniela ROSSI, Sindaco di San Vittore Olona

Spero ardentemente che la cittadinanza presenzi in massa alla manifestazione, perché gli organizzatori hanno raccolto un testimone e sono l’esempio vivente di come si possa fare volontariato pensando ai giovani.

Giuseppe GALLO STAMPINO, Presidente Unione Sportiva San Vittore Olona

La manifestazione, in programma domenica 15, sabato sarà preceduta dalle gare riservate alle scuole di primo e secondo grado e che per la prima volta saranno trasmesse in diretta tv sul canale 79 del digitale terrestre. Inoltre, nel pomeriggio di sabato, alle ore 15,30 sul piazzale antistante la Chiesa presenteremo i migliori iscritti a tutta la cittadinanza.
Prossimamente il campo del cross, da sempre sede di partenze e arrivi della Cinque Mulini verrò intitolato a Alfredo Turri, indimenticata e instancabile promotore della Cinque Mulini».

Antonio LA TORRE, Direttore Tecnico FIDAL

Spero di vedere Yeman Crippa Protagonista. Sarebbe un bel sogno vederlo sul podio. Però ricordiamoci che ci stiamo confrontando con i migliori al mondo e non è mai semplice e tantomeno facile imporsi in determinate situazioni. Ma dalla Cinque Mulini si deve passare per diventare grandi campioni.
Per quanto riguarda il movimento azzurro, noto con piacere con molti tecnici stanno ritornando “nel fango”, nel senso che si è compreso che il cross è una parte importante per la maturazione di un atleta.

Francesco PANETTA, Campione Mondiale dei 3.000 siepi a Roma 1987 ed Europeo a Spalato 1990

La Cinque Mulini è una delle poche vittorie che mancano nella mia carriera, ma già riuscire a salire su un podio di questo livello è qualcosa di grande. La Cinque Mulini è una di quelle gare che non puoi prendere sottogamba, altrimenti rischi delle figuracce.

 

La gara élite andrà in onda su RaiSport dalle 14,25 alle 15,45 di domenica 15 gennaio.

I MIGLIORI ISCRITTI

Uomini

1

Gideon Kipkertich Rono (Kenya)

nato il 22/ 2/2003

Per la prima volta in Italia in una gara di cross. Nel 2022, a luglio, ha corso i 10mila ad Abashiri (Giappone) in 27’11”03; nei 5.000, sempre a maggio in Giappone, ha fermato i cronometri dopo 13’16”51.

 2

Benson Moshon LINGOKAL (Kenya)

nato il 9/3/96

Quarto nei 10 mila al Keino Classic di inizio stagione nel 2022, personale sui 10 mila 28’43”33

 3

Salah BEN YAZIDE

(Marocco)

nato il 6/5/2003

Medaglia di bronzo nei 3.000 siepi mondiali U20 del 2022 a Calì (Colombia), dove vanta un 8’19”63.

 4

Emil Millan DE LA OLIVA (Svezia)

nato il 24/7/2001

Giovane mezzofondista svedese che corre in tutte le specialità dalle siepi, ai 10 mila passando per i 5.000.

 6.
Yemaneberhane CRIPPA

nato il 15/10/1996

a Dessie (Etiopia)

Primatista italiano dei 3.000/5.000/10.000 e mezza maratona, campione Europeo dei 10 mila a Monaco nel 2022, nonché bronzo nella stessa rassegna nei 5.000. Detiene il record europeo dei 5 km su strada. Quarto a Venaria Reale e argento a squadre nell’ultimo Europeo di cross. Vanta, inoltre, un titolo di campione italiano assoluto dei 1.500 e due di corsa campestre, oltre a 14 titoli italiani giovanili (in 6 specialità diverse) su 17 finali disputate. Vive a Trento.

 10

Nekagenet CRIPPA

nato il 16/9/1994 a Dessie (Etiopia)

È il fratello maggiore di Yeman, vive a Trieste. Specialista dei 10 mila, quest’anno è ritornato alle gare dopo un periodo costellato da infortuni, meritando un posto in azzurro nel cross Europeo di Venaria Reale. A livello junior è stato campione europeo di corsa in montagna.

 

In gara anche: Egide Ntakarutimana (Burundi), Mohamed Amin Jhinaoui (Tunisia), Jean De Dieu Butoyi (Burundi), Cesare Maestri (campione europeo di corsa in montagna), Marco Giudici, Francesco Agostini, Michele Fontana e gli azzurri della nazionale under 23: Enrico Vecchi, Luca Alfieri (primo italiano lo scorso anno a S. Vittore Olona), Marco Fontana Granotto, primo azzurro all’Europeo di cross di Venaria e Riccardo Martellato.

 

Donne

1

Muli Lucy MAWIA

(Kenya)

Nata nel maggio del 1998, guida il World ranking cross country. Vincitrice di 3 cross World Athletics 2022: Bydgoszcz, Soria, Alcobendas.

 2

Francine Niyomukunzi

(Burundi)

Classe 1999 (1 settembre) è tesserata per il Caivano Runners. Il 24 ottobre scorso, in Spagna, ha vinto il 67° Cross Internacional Zornotza, il primo appuntamento stagionale del World Athletics Cross Country Tour Gold. Primati personali. 3000: 9’11”44; 5.000: 15’12”19; 10.000: 32’32”14; mezza maratona:1h08’21”.

 3

Likina AMEBAW

(Etiopia)

Nata il 30 novembre 1997, vive ad Avila (Spagna) e gareggia per una squadra iberica. È al 3° posto del World ranking cross country. Nei 10.000 vanta 31’10” (e un 31’30” mai omologati) e 1h09’01 nella mezza maratona.

 4

Elena BURKARD

(Germania)

30 anni, ha preso parte ai Mondiali di sci di fondo nel 2019 in Danimarca. Agli Europei a squadre di Chorzow, in Polonia (maggio 21) si è piazzata seconda nelle siepi. Ha partecipato agli Europei di cross di Torino, ottenendo il quarto posto con la staffetta mista tedesca.

 6

Beatrice CHEBET

(Kenya)

Nata il 5/3/2000. Medaglia d’argento nei 5.000 ai Mondiali 2022 di Eugene in Oregon, campionessa del mondo di cross Under 20 nel 2019 ad Aarhus, nonché campionessa africana nei 5.000, e oro ai Giochi del Commonwealth del ‘22. Inoltre vanta diversi piazzamenti e successi di prestigio nella Diamond League.

Primati personali: 3000/8’27”14; 5.000/ 14’34”55; 10.000/33’29’07.

 7

Giovanna SELVA

22 anni, di Domodossola.

Cresciuta nella zona Verbano/Cusio/Ossola, sin dalle prime gare ha sempre amato esprimersi in campestri o corse in montagna. È tesserata per i Carabinieri, dopo aver iniziato a gareggiare per la Sport Project VCO. È allenata da Severino Bernardini, maratoneta, ossolano doc. Giovanna ha fatto parte della squadra italiana di cross Under 23, oro a Venaria Reale (Europei) lo scorso dicembre. Studia medicina a Varese e nel tempo libero ama cucinare.

 10

Valeria ROFFINO

È nata nel 1990, è sposata con Michele Fontana e madre di una bimba. Capitana della nazionale di corsa campestre, terreno dove si è messa in mostra in più di un’occasione. Due titoli italiani assoluti nelle siepi, una partecipazione agli Europei di Zurigo 2014, e 15 titoli italiani giovanili (almeno uno in ogni categoria).

  

In gara anche le altre azzurre reduci dagli Europei di Venaria Reale. Micol Majori ed Elisa Palmero.

 

ORARI

GARE INTERNAZIONALI

Ore 13.40

Juniores Internazionale maschile (mt. 6.200)

Ore 14.15

Juniores/Promesse/Senior Internazionale femminile (mt. 6.200)

Ore 14.45

91ª Cinque Mulini

Senior Internazionale maschile (mt. 10.200)  

 

GARE MASTER

Ore 09.00

Master maschile (MM50 e oltre - mt. 4.200) 

 Ore 09.45

Master maschile (MM35-40-45 - mt. 6.200)

  

GARE GIOVANILI

Ore 11.15 e a seguire

Esordienti (tutte le categorie)

EM - EF 6 (mt. 400)

EM - EF 8 (mt. 400)

EM - EF 10 (mt. 800)

 

Ore 11.45 e a seguire

Ragazze (mt. 1.000)

Ragazzi (mt. 1.000)

Cadette (mt. 2.000)

Cadetti (mt. 2.000)

 

Ore 12.40 e a seguire

Allieve (mt. 4.200)

Allievi (mt. 4.200)

Informazioni aggiuntive

Fotografo/i: Roberto Mandelli

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina