Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Feb 06, 2024 530volte

Recensioni: “Il running è una cosa seria” di Marco Raffaelli

Scrivere recensioni può essere barboso. Talvolta capita che dopo poche pagine il libro non sia di gradimento, ma bisogna “sciropparselo” tutto. Ed anche rischioso quando c’è di mezzo un amico. Si potrebbe finire per essere troppo benevoli. A questo aggiungiamo che oggi come oggi, parlare di beneficenza è un po’ rischioso, a causa delle panzane vendute da qualche influencer.

Insomma, questo pezzo poteva trasformarsi in una pratica molto complicata ed invece nulla di tutto questo. Leggere le 147 pagine di “Il running è una cosa seria”, prodotto da Storiecorrenti e scritto da Marco Raffaelli, è stata una divertente esperienza, perché l’autore recentemente ingaggiato da “Giulio Perrone Editore”, è proprio bravo. Inoltre sul fatto che il ricavato della vendita di questa opera vada ai minori ospiti della casa-famiglia l'Approdo di Roma, garantendo un anno di sport ai ragazzi in difficoltà, non ci sono dubbi.

Il libro raccoglie 58 articoli pubblicati su Storiecorrenti.com negli ultimi anni. Si può quindi leggere gustandosi un capitoletto al giorno, o anche divorarlo in un sol boccone. Il sottotitolo: “Guida interstellare per podisti impenitenti” è a conferma di come si tratti di un’amabile presa in giro di tutti i runner amatori, raccontando la loro vita, i tic, gli errori più classici. In tutti gli ambiti. Allenamenti, gare, abbigliamento, scarpe, alimentazione e tutti i professionisti con cui si ha a che fare: coach, massaggiatori, dietologi, fisioterapisti e compagnia cantante. Senza dimenticare i rapporti con la famiglia, i colleghi di lavoro, i compagni di squadra, specialmente quelli bravissimi. O gli esborsi economici per materiali, viaggi, iscrizioni e cure necessari per  coltivare questa passione. Come spesso capita all’italiano medio che si considera più furbo dell’italiano medio, le figure descritte sembrano disegnare personaggi al limite. No, dai, io non faccio come lui, non sono così, penserà il lettore podista… ma sarà sempre vero?

Lasciandovi al gusto della lettura e relativo, quanto facoltativo, esame di coscienza, segnalo tre capitoli che da soli valgono il prezzo del biglietto. Due anomali (numeri 16 e 46), nel senso che sono dei racconti un poco più lunghi, dove Raffaelli sprigiona la sua fantasia ben sopra la media ed il numero 7, dal titolo “Quella scatola di plastica”. E’ dedicato ai bagni chimici: un capolavoro d’ironia.

Il libro è disponibile inviando una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. al costo di 12 euro, a mezzo bonifico all’iban della Cooperativa Spes contra spem che gestisce la casa famiglia: IT92Q0623003208000040716039  con la causale: Donazione libro Storiecorrenti, oppure anche tramite carta di credito. Ma se donate di più non si offenderà nessuno

Rodolfo Lollini - Redazione Podisti.net

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina