Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Ott 25, 2018 Sebastiano Scuderi 664volte

Ottobre, cadono le foglie e le corse

Mille personaggi in cerca di organizzatore Mille personaggi in cerca di organizzatore Roberto Mandelli

Sette mezze maratone e due maratone annullate nel mese di ottobre, si tratta di un’epidemia ?

Partiamo dalla Maratona di Lucca in programma il 21 ottobre.

Il 6 maggio la Mezza maratona aveva visto 1108 classificati con un saldo negativo di 267 partecipanti rispetto al 2017, la Maratona lo scorso anno aveva visto al traguardo 345 classificati; probabilmente le previsioni di quest’anno saranno state poco allegre e gli organizzatori hanno ripiegato su una gara di 10 km omologati.

Cambio di gara anche per la 22^ Mezza maratona dei 5 Castelli di Bedizzole del 14 ottobre, lo scorso anno 421 classificati: divenuta trail di 17,5 km.

Trasloco annunziato per la 5^ Maratona e Mezza maratona delle Cattedrali di Giovinazzo in programma il 28 ottobre, poi spostata a dicembre infine rinviata al 5 maggio 2019, almeno così è scritto sul sito. Per la cronaca lo scorso anno i partecipanti furono 512 alla Maratona e 318 alla Mezza maratona..

La Mezza maratona di Sciacca, alla terza edizione in programma il 7 ottobre, chiede alla FIDAL di spostarsi a Ribera il 23 dicembre con passaggio dell’organizzazione alla Athlon Ribera, 596 classificati nel 2017: si aspetta risposta.

Cancellato anche il sito della Mezza maratona di Gallarate del 14 ottobre, lo scorso anno furono 629 i classificati.

La Mezza maratona del Fucino, in programma il 28 ottobre, già quattro anni fa dette forfait e il GS Marsica si sciolse passando la palla l’anno dopo al GS Avezzano; ma dopo tre anni deludenti - lo scorso anno si videro al traguardo solo 209 arrivati – ha deciso di gettare la spugna.

Diversi i guai della Sardegna: l’11^ Mezza maratona di Assemini del 14 ottobre è stata rinviata per rischio idrogeologico a seguito del nubifragio che ha investito l’isola, 262 i classificati del 2017.

Sempre per il maltempo rinviata la Mezza maratona di Ozieri, con 198 concorrenti nel 2017.

 

Sembra un bollettino dei caduti in guerra, cosa sta succedendo ?

Abbiamo più volte denunciato l’esosità della FIDAL: la tassa minima da pagare nelle Mezze è 900 euro e nelle Maratone 1500, a cui bisogna aggiungere la tassa partecipazione gare, un euro per ogni classificato, con tutti i rischi imprenditoriali a carico dell’organizzatore, che ha pochissimo margine di movimento su un modulo standard da compilare e rispettare alla lettera, con la spada di Damocle di una partecipazione sotto le previsioni che porta al “profondo rosso”.

Dopo sei anni di assenza la Mezza maratona dell’Abate Guglielmo a Volpiano (TO) ha provato a rientrare il 21 ottobre e ha visto al traguardo 178 arrivati, non compensati economicamente dai 160 della 10 km. Ci riproverà nel 2019 ?

2 commenti

  • Link al commento Venerdì, 26 Ottobre 2018 14:39 inviato da SANDRO POLI

    rubando le parole ad una Vostra pubblicazione giunta da Ivrea mi sento di dire che in primis gli eventi" chiudono" perchè «Ci sono responsabilità penali a cui vanno incontro gli organizzatori " e proprio per questo non ce la siamo sentiti di proseguire con questa splendida avventura. Non si tratta di denaro, non sarebbe stato un problema spendere circa mille euro per mettere a punto un piano sicurezza adeguato, ma c’è ben altro». ,anche se oggi i piani di sicurezza costano ben più dei 1000 euro citati nell' articolo . Fra le altre concause forse un ruolo lo giocano anche le ormai moltissime gare organizzate ogni domenica, la crescente burocrazia che paralizza gli organizzatori, le tasse gara . Io posso solo fare i miei personali complimenti ad organizzatori che con 4/500 atleti riescono a chiudere i loro bilanci in attivo ed a continuare ad organizzare la loro gara .. Sono davvero bravi. Il futuro però a mio avviso non sarà roseo ed assisteremo al altri medi " di ottobre" come questo. Buone corse

    Rapporto
  • Link al commento Rodolfo Lollini Venerdì, 26 Ottobre 2018 09:40 inviato da Rodolfo Lollini

    Ormai è chiaro a tutti che le società danno solo fastidio alla FIDAL che preferisce avere il controllo e più guadagno con le runcard sui tesserati. Quanto alle gare, a loro vanno bene solo quelle grandi che portano tanti soldi, ma devono stare attenti perchè se poi fanno tutti come LInus non vedono più una lira di tasse gara e per ogni arrivato ;-)

    Rapporto

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina