Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Gen 24, 2018 Fabio Marri 2677volte

Ultramaratoneti, record freschi e record duraturi

Laura Gotti in azione alla Maratona di Reggio Emilia 2017 Laura Gotti in azione alla Maratona di Reggio Emilia 2017 Stefano Morselli

Tempo di bilanci dell’appena trascorso 2017: anche la IUTA (l’associazione italiana delle corse su distanze superiori alla maratona, con la sua sorella maggiore IAU ovvero l’International Association of Ultrarunners), e, per quanto riguarda l’Italia, la Fidal, aggiornano le loro tabelle coi record riconosciuti agli atleti azzurri.

Il 2017 non è stato particolarmente ricco di miglioramenti: certe prestazioni ormai storiche sembrano al momento inattaccabili. In campo maschile ha ceduto, proprio nelle ultime settimane dell’anno, il primato delle 12 ore, che Enrico Maggiola a Barcellona ha portato sulla soglia dei 150 km; mentre sul lago Balaton a maggio Notarangelo aveva spinto il record della Sei giorni su strada a quasi 822 km.

Per il resto, due record resistono dal 2003 e portano entrambi la firma di Mario Ardemagni (allora quarantenne); altri due dal 2004, ma la cosa straordinaria è che ben tre prestazioni non più superate risalgano al secolo scorso: addirittura di 32 anni fa è il primato delle 48 ore in pista del cavalier Mario Ferracuti, fermano allora sessantenne!

Tra le donne, è caduto il record dei 50 km su strada per merito di Laura Gotti a Castelbolognese; mentre Lorena Brusamento ha fatto sua la nuova distanza nelle 12 ore su strada superando sul lago d’Iseo i 134 km.

Anche qui, onore a due campionesse i cui primati resistono da quindici anni: Monica Casiraghi e Paola Sanna, che nello stesso giorno del 2003, sulla pista di San Giovanni Lupatoto, realizzarono le migliori prestazioni rispettivamente sui 50 e i 100 km.

SCARICA QUI LA TABELLA DEI RECORD


Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina