Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Mag 02, 2020 440volte

Quanto si potrà correre lontani da casa?

TUTTE LE RISPOSTE A QUESTI INTERROGATIVI LE TROVATE CLICCANDO QUI, NELL'ARTICOLO DI AGGIORNAMENTO

Lunedì 4 maggio, con l’entrata in vigore del nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile scorso, come indicato al punto 1 f), sarà: “… consentito svolgere individualmente, ovvero con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o attività motoria, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività” (ndr: distanza di 2 metri che ritengo insufficiente, come argomentato in questo mio articolo).

Tutto chiaro? Per molti no, in quanto caduto il precedente concetto di “prossimità all’abitazione” ed al tempo stesso non dando alcuna indicazione a riguardo della distanza massima da casa, c’è chi interpreta liberamente e considera possibile correre in tutta la regione. Problema questo a cui sono più sensibili i ciclisti amatori, in bici si va più lontano, ma che tocca anche molti runner che magari abitano al confine con altre amministrazioni comunali o più semplicemente, macinando qualche chilometro, anche senza fare lunghi giri si ritrovano a sconfinare nel territorio di un altro comune.

Dal mio punto di vista, secondo quanto indicato ai punti precedenti del summenzionato decreto, i motivi per poter girare nella regione si limitano alle necessità lavorative, di salute approvvigionamento alimentare, a cui si aggiunge la new entry “visita ai congiunti”.  Quindi l’attività motoria è esclusa, anche se qualcuno potrebbe obiettare che la corsa è l’unico vero amore della sua vita… In effetti sul modulo di autocertificazione non troviamo una voce “attività motoria”.

Staremo a vedere. Fonti governative assicurano che sono imminenti altre delucidazioni. Di certo, una volta chiarito questo punto, non dovremo dimenticarci delle disposizioni locali. A livello regionale cercheremo di fare una cartina delle ulteriori restrizioni, prime fra tutte quelle relative al raggio di azione dei runner ed all’obbligo della mascherina. Purtroppo non potremo fare lo stesso per quanto riguarda i quasi 8000 comuni italiani, dove già fioccano novità. Abbiamo già l'esempio del blocco quasi totale ad Opera MI, o di limitazione al territorio comunale a Cusago MI, giusto per citarne un paio.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Prossime gare in calendario

CLICCA QUI per consultare il calendario completo

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina