Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Nov 01, 2023 691volte

Bondeno (FE) – 30^ e “ultima” Spadzada

Marescalchi garante degli arrivi Marescalchi garante degli arrivi Roberto Mandelli

1° novembre – Si torna a Bondeno, per la gara più agonistica della giornata mediopadana, di cui si annuncia l’ultima edizione, e forse per questo la partecipazione è aumentata (chissà che non sia lo stesso stratagemma della non lontana Crevalcore, dove ogni anno la maratona è annunciata come ultima). A Bondeno la classifica finale mette in fila 174 atleti contro i 140 del 2022, anche grazie all’apporto di società extraferraresi come i Modena Runners che portano al via 25 competitivi per il loro campionato sociale.

È passato un anno, ma il ponte in centro paese è allo stesso punto di prima (cioè inagibile)

https://podisti.net/index.php/cronache/item/9431-bondeno-fe-29-na-spadzada-par-bunden.html

e dunque siamo tutti sottoposti a quel paio di km in più, segnalato sì e no. Gioiscono i benzinai, aspettiamo il parere di Greta e dell’Arpae. Nessun problema comunque per i parcheggi, mentre la zona del ritrovo è totalmente pedonalizzata.

Ci accoglie la voce di Michele Marescalchi, che dà il via e registra gli arrivi delle competizioni giovanili, in anteprima a quelle degli adulti: questi ultimi hanno a disposizione 9 km competitivi e 5 non competitivi. Come d’abitudine, molti col pettorale non comp da 3 euro fanno i 9 km da 10 euro: la differenza starà nel pacco gara (quest’anno, niente zucca ma pasta, vino e bevande), oltre che nella classifica garantita solo per quelli che hanno il chip.

A vincere è Federico Antoniolli, un bondenese del 1985, in 30:34, a 50 secondi dal tempo del vincitore 2022, ma oggi 11 secondi meglio di Buono De Togni (Tornado), e con un netto vantaggio su tutti gli altri (il terzo, Antonio Adamo, accusa un minuto dal primo).

Più numerosa e qualificata dell’anno scorso la partecipazione femminile, che segna il trionfo della reggiana Rosa Alfieri, classe 1970, 26^ assoluta in 35:38, cioè due minuti meno della vincitrice 2022 e, oggi, 33 secondi meglio di Elena Agnoletto (1979, Formignana), con la terza, Rosanna Albertin, a un minuto e mezzo.

Percorso rigorosamente chiuso al traffico (la parte più bella erano i primi sinuosi km sull’argine del Panaro), e ottimamente presidiato; ristoro unico, solo al traguardo, un po’ lento: quando tocca a me (religiosamente rispettando la coda) sono finiti i bicchieri e bisogna andarli a cercare. Premiazioni dei meglio classificati, ricche per le categorie non veterane e molto avare, secondo tradizione, per gli over 53 anni.

Ci si vede, o non ci si vede, tra un anno.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina