Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Apr 08, 2018 Maurizio Lorenzini 665volte

Parigi – Schneider Marathon de Paris

il vincitore, Paul Lonyangata il vincitore, Paul Lonyangata

Vincono Paul Lonyangata e Betsy Saina, in una gara che parla italiano.

Il keniano Paul Lonyangata vince per la seconda volta consecutiva la maratona di Parigi, con il tempo di 2:06:25, in una gara condotta su ritmi decisamente regolari, con passaggio alla mezza in 1:03:01. Secondo e terzo posto rispettivamente per Matthew Kisorio (2:06:36) ed Ernest Ngeno (2:06:41). I tempi descrivono chiaramente una gara molto combattuta e risoltasi solo al km 41, dopo una lunga volata che ha visto prevalere Lonyangata.

Buoni i riscontri in campo femminile, dove la gara si è decisa al km 38, quando la keniana Betsy Saina ha allungato sulla connazionale Chepngetich. Un passaggio molto veloce alla mezza (1:10:37) ha probabilmente limitato le possibilità di un crono finale ancora più ragguardevole. Dopo Betsy Saina, che ha vinto in 2:22:55, si è piazzata la Chepngetich (2:22:59) e l’etiope Chala (2:23:06).

La maratona parigina è stata portata a termine da 42.091 atleti, anche se venivano annunciati 55.000 iscritti: un dato sospetto, visto che le condizioni erano praticamente perfette, dagli 8 ai 14 gradi all’arrivo. Partecipazione femminile del 25% sul totale, superiore a quella che normalmente riscontriamo nelle nostre gare, infatti non si arriva al 20%.

A proposito di Italia ed italiani, sono stati quasi 800 i nostri connazionali classificati alla maratona parigina. Una gara che ha parlato italiano perché il primo uomo e la seconda donna appartengono alla scuderia del dr. Gabriele Rosa, che ha portato a casa un ottimo risultato dal week end di maratone internazionali; infatti a Milano i primi 4 uomini e le prime due donne sono del team Rosa.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina