Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Giu 12, 2018 Comunicati Stampa 894volte

La scomparsa di Angela Bettoli, tra i pionieri del Passatore

Angela Bettoli (in rosso) tra i partenti di un Passatore antico Angela Bettoli (in rosso) tra i partenti di un Passatore antico Uffico stampa100 km del Passatore

Tanti faentini hanno dato l’estremo saluto l’11 giugno, nella chiesa del Cimitero dell’Osservanza a Faenza, ad Angela Bettoli, che è scomparsa all’età di 90 anni. È stata una bella figura del volontariato, quello più forte e sano, vero motore della comunità, come socia e dirigente della sezione di Faenza dell’UOEI (Unione Operaia Escursionisti Italiani). Per quasi trent’anni (dal 1959 al 1987), Angela Bettoli è stata segretaria dell’associazione, braccio destro di Francesco Calderoni, il presidente e tra gli ideatori della “Cento Firenze- Faenza”.

Con loro, Alteo Dolcini, cofondatore dell’’Ente Vini di Romagna guidato da Elio Assirelli, Pietro Crementi, ancora oggi direttore di corsa, il maestro Federico Lusa, i giornalisti Renato Cavina e Carlo Raggi, tra i protagonisti agli albori della “Cento del Passatore Firenze-Faenza”. Furono proprio Checco e Angela, sull’esperienza di camminate ed escursioni dell’Uoei sull’Appennino tra Faenza e Firenze, ad andare a vedere da vicino la ultramaratona Torino-Saint Vincent, traendo la convinzione che sarebbe stato possibile realizzare una impresa organizzativa analoga.

Angela Bettoli, sempre presente nelle più varie attività, oltre alla Cento, l’escursionismo, lo sci e la Festa della Montagna, è stata una bandiera dell’Uoei, che già nel 1962 la onorò con il “diploma nazionale di merito con distintivo d’oro” e di nuovo nel 2009 con la carica di socio benemerito della sezione manfreda. L’intera città di Faenza le aveva conferito nel 1992, assieme a Checco Calderoni, l’onorificenza di “Faentina sotto la Torre” per l’impegno profuso nell’ideare e organizzare la “100 km del Passatore”.

«Angela è stata una socia storica dell’Uoei – ricorda il presidente Pier Giorgio Gulmanelli – Fin dal secondo dopoguerra contribuì alla rinascita dell’associazione assumendo per numerosi anni l’incarico di segretaria della sezione. La ricordiamo con affetto, compagna di viaggio nella nostra associazione. E’ stata una persona generosa, che ha incarnato lo spirito uoeino, attivo e disponibile». Anche Marcello Da Prato, presidente nazionale Uoei, ha inviato un messaggio dalla Toscana. «Mi stringo in un abbraccio agli amici di Faenza che perdono una persona di grandi valori e umanità. Ricorderemo sempre la sua operosità e il suo esempio».

Il Presidente Giordano Zinzani, tutta la dirigenza, gli atleti del gruppo sportivo e tutti i membri della società Asd 100 km del Passatore si stringono attorno ai famigliari della cara amica Angela, venuta a mancare l’8 giugno. Angela Bettoli è stata segretaria dell'U.O.E.I., per la quale mise a disposizione locali per la sede sociale e per l'organizzazione della 100 km del Passatore, di cui fu tra i pionieri con Checco Calderoni, Federico Lusa e centinaia di soci U.O.E.I., contribuendo alla realizzazione di quella incredibile idea che fu la 100 km del Passatore.
Il Commendatore Pietro “Pirì” Crementi, storico direttore di gara della Cento, ha dedicato ad Angela un pensiero: “Il ricordo dell'amica Angela mi riporta a quarantasei anni fa, quando i volontari dell’U.O.E.I. e della società del Passatore invasero la sua casa e, nelle varie camere, trovarono spazio le commissioni di lavoro per organizzare l’ultramaratona. Ricordo Angela, instancabile, che passava da una camera all’altra per coordinare i lavori infondendo ai volontari la sua grande passione nel realizzare questa manifestazione che, negli anni, è andata sempre più perfezionandosi”.

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina