Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Feb 11, 2024 516volte

A Robecco sul Naviglio annullano un cross… per pioggia!

A Robecco sul Naviglio annullano un cross… per pioggia! Foto: R Mandelli

In questo denso weekend di corse campestri, tutte regolarmente disputate, c’è un’eccezione, il Tapacross di Robecco sul Naviglio (MI). Ecco il comunicato pubblicato giovedì sulla pagina facebook degli organizzatori, il Tapascione Running Team:

Cari atleti, con grande rammarico, comunichiamo l’annullamento della gara Tapacross prevista per il 10 Febbraio 2024 a causa di avverse condizioni meteorologiche.

La sicurezza dei nostri partecipanti è la nostra priorità principale.

Le previsioni del tempo per il giorno della gara indicano forti piogge e possibili temporali, che renderebbero il percorso pericoloso e non adatto alla campestre.

Comprendiamo la delusione che questo annullamento causerà, e ci scusiamo per qualsiasi inconveniente. Stiamo valutando la possibilità di riprogrammare la gara in una data successiva. Vi terremo aggiornati su eventuali sviluppi a riguardo. Nel frattempo, invitiamo tutti i partecipanti a contattarci per qualsiasi domanda o chiarimento”.

Prima di passare ad un commento ci teniamo a precisare che a nostra conoscenza in Lombardia si sono verificate delle piogge negli ultimi giorni, peraltro non di eccessiva intensità, ma non ci risultano alluvioni, frane o qualsivoglia catastrofe naturale. Non siamo inoltre a conoscenza di particolari “allarmi/allerta” da parte della Protezione Civile.

Tutto ciò premesso non possiamo che restare sorpresi per questo annullamento, in quanto è facilmente prevedibile che in questa stagione possano esserci delle precipitazioni. Che poi il cross sia lo sport delle 3F: freddo, fatica e non ultimo il fango è universalmente risaputo. E che un partecipante di una campestre possa cadere è assolutamente normale. Noi non sappiamo come mai questo percorso di cross diventi pericoloso dopo due giorni di acqua e saremmo curiosi di capirlo meglio, anche perché nel volantino della gara si precisava che non era nemmeno "obbligatorio" l'uso di scarpe chiodate... Però se così fosse, pensiamo che non si dovrebbero prevedere tracciati così a rischio o quantomeno bisognerebbe già avere la soluzione B in tasca. Programmare dei giri alternativi, in quanto siamo in Lombardia nel mese di febbraio, non nel deserto del Sahara. 

Lasciamo i lettori con una foto del nostro Roberto Mandelli di un cross (la 5 Mulini) in cui sembra che “la sicurezza dei partecipanti non sia la priorità principale degli organizzatori” secondo i parametri del Tapascione Running Team. Con bene in mente mille altre gare che abbiamo disputato in condizioni analoghe o peggiori, lasciamo la parola ai nostri lettori ed ovviamente anche agli organizzatori del Tapacross per una replica.

Rodolfo Lollini - Redazione Podisti.net

 

 

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina