Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Apr 24, 2024 824volte

Sassari: vince il titolo regionale, ma viene squalificata per scarpe non conformi

24 aprile 2024. Fatica ad entrare nella testa di diversi atleti la normativa che prevede una regolamentazione nell’uso delle scarpe, in funzione della distanza e del terreno su cui si corre. Ma i controlli, ogni tanto, ci sono.

E’ accaduto a Sassari, lo scorso 20 aprile: la prova sui 10.000 metri, valida come campionato regionale assoluti, è stata vinta in 39’28 da Veronica Pala (ASD Ichnos), tempo che peraltro rappresenterebbe il suo primato personale.

Un controllo delle scarpe utilizzate ha portato alla successiva squalifica.

Non è dato sapere il modello “incriminato”, il cui spessore della suola era certamente superiore ai limiti consentiti. Come si può vedere da uno stralcio della lista nella foto di copertina, esistono dei limiti ben precisi, che sono (nel caso della pista): inferiore a 20 mm per distanze di gara fino a 800 metri, inferiori a 25 mm per distanze oltre 800 metri. Nel caso di corse su strada il limite massimo ammesso è di 40 mm.

Qui non si vuole entrare nel discorso sui potenziali vantaggi, ma semplicemente rammentare che ci sono delle normative da rispettare. E’ ormai difficile ignorare, quindi non sapere, di cosa stiamo parlando, dato che World Athletics pubblica settimanalmente l’elenco dei modelli consentiti.

Ecco quanto prevede la normativa Fidal

OGGETTO: Regola Tecnica 5 – Scarpe di gara
Con la pubblicazione dei Regolamenti federali per l’Attività 2024 – adeguandoci alle procedure internazionali – è stato abolito, in tutte le manifestazioni, l’obbligo del rilascio della Certificazione delle Scarpe utilizzate da parte degli atleti.

Al punto 10.14.3 delle NORME ATTIVITA’ 2024 è riportato quanto segue:

“I requisiti delle scarpe utilizzate in gara devono corrispondere a quanto previsto dall’Athletics Shoe Regulation WA. Per il rispetto delle norme il GGG effettua controlli a campione sulle scarpe utilizzate nelle manifestazioni riservate alle categorie Allievi, Junior, Promesse e Senior. Se la scarpa non è certificata nella WA Approved Shoe List o non è stata identificata, il risultato resta non ufficializzato in attesa di ulteriori accertamenti (in tal caso la scarpa può anche essere ritirata dai Giudici). Successivamente, in caso di mancata approvazione della scarpa, il risultato deve essere cancellato e l’atleta può essere squalificato. Sono escluse da queste norme le manifestazioni di corsa in montagna e trail.” 

 Fonte della notizia: onyourmarks.it

Lascia un commento

I commenti sono a totale responsabilità di chi li invia o inserisce, del quale restano tracciati l'IP e l'indirizzo e-mail. 

Podisti.Net non effettua alcun controllo preventivo né assume alcuna responsabilità sul contenuto, ma può agire, su richiesta, alla rimozione di commenti ritenuti offensivi. 
Ogni abuso verrà segnalato alle autorità competenti.

Per poter inserire un commento non è necessario registrarsi ma è sufficiente un indirizzo e-mail valido.
Consigliamo, tuttavia, di registrarsi e accedere con le proprie credenziali (trovi i link in fondo alla pagina).
In questo modo potrai ritrovare tutti i tuoi commenti, inserire un tuo profilo e una foto rendere riconoscibili i tuoi interventi.

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina