Direttore: Fabio Marri

* Per accedere o registrarsi come nuovo utente vai in fondo alla pagina *

Perdonateci la retorica, ma è stata proprio una bella festa dell’atletica sabato 14 Aprile. La 3^ Rassegna Giovanile Bimbi in Pista ha raccolto presso l’Arena Civica oltre 400 ragazzini che si sono divertiti correndo, saltando in lungo e provando a lanciare. Tanti genitori a gremire le tribune in un pomeriggio soleggiato, ideale per una manifestazione di questo genere. Tutti i nostri complimenti all’Atletica Ambrosiana, al GP Tiremm Inanz ed all’Atletica Meneghina per la perfetta organizzazione. A seguire è venuto il turno della terza prova del Club del Miglio, il 28° Miglio Ambrosiano, con circa duecento atleti ai nastri di partenza. Si è iniziato con il solito antipasto di gare giovanili su distanze inferiori. Quando si è passati alla distanza anglosassone, meritevole di recensione il primo degli Allievi, Gabriele Ferrario della SAO Cornaredo, che ha chiuso in 4’52”86. La pista milanese è molto dura e suggerisce ai più di rinunciare alle scarpe chiodate. Non di meno questa durezza regala reattività a chi ha della birra da spendere ed infatti anche questa volta il Club mostra il suo vizietto, ovvero i record. Sono Enzo Capuzzo (AVIS Pavia) che con 6’41”42 si regala la nuova Miglior Prestazione Italiana SM75, imitato da Oscar Iacoboni (Euroatletica 2002) che lima qualche millesimo alla MPI degli SM 80 con 7’51”32. Anche senza record, non è mancata la battaglia in tutte le manche. A questo proposito da segnalare la vittoria nella batteria Elite di Massimo Pellegrini (Atletica Brescia Marathon) che in 4’44”00 ha avuto la meglio su Daniele Rocco e Fabio Sbrofatti della Vighenzi Padenghe.

Per il dettaglio dei risultati cliccate qui. Purtroppo qualche protagonista è stato depennato dalla lista a causa di un disguido relativo alle visite mediche che speriamo possa essere prontamente risolto.

Abbandoniamo lo storico impianto soddisfatti come sempre. Malgrado la quota economica e la gratuità per le giovanili, ci scappa pure un pacco gara. Adesso il Club si prende un mesetto di vacanza. Prossimo appuntamento sempre a Milano, ma sull’anello azzurro del Campo XXV Aprile, dove il prossimo 12 Maggio si correrà il 7° Happy Mile.

Pubblicato in Cronache

Nel nostro pezzo su Pioltello avevamo chiamato i record e puntualmente sono arrivati. Dopo la prima prova del Club del Miglio senza che si registrassero nuovi primati nazionali, o come più correttamente bisognerebbe dire MPI, migliori prestazioni italiane, ecco arrivare due record. Il trucco c’è e si vede. E’ la nuova pista della cittadina pavese che da una bella spinta. Sabato 7 Aprile sono in diversi ad approfittarne, tra cui la coppia d’assi formata da:

Enzo Capuzzo (AVIS Pavia) nuova MPI SM75 con 6’48”96 (quarto da sinistra nella foto)

Oscar Iacoboni (Euroatletica 2002) nuova MPI SM 80 con 7’51”56 (terzo da sinistra nella foto)

Molto interessante anche la manche elite dove è stato un piacere veder correre Machmach Abdessalam (4’18”82) e Yally Mamadou (4’26”58). I due rappresentanti dell’Athletic Club 96 Alperia, insieme a Luca Ferro (Cento Torri Pavia – 4’27”56) hanno dato vita ad una batteria molto combattuta

Giornata sufficientemente calda, ma non è la temperatura che da fastidio. E’ il vento che soffia in senso contrario sul rettilineo opposto alle tribune a consigliare di correre coperti.

Buona anche la partecipazione numerica all’evento, con circa duecento classificati, grazie al contributo degli atleti di casa, stimolati anche dall’inserimento della manifestazione nel calendario dei circuiti provinciali. Torniamo a casa con una bottiglia del buonissimo Barbera dell’Oltrepò e poco tempo per riflettere e preparare la terza gara. Si ritorna in pista già sabato prossimo all’Arena Brera a Milano, per il 28° Miglio Ambrosiano.

(N.d.A. in origine l'articolo segnalava anche una terza MPI, ma a seguito di un successivo controllo sul cronometraggio saranno verosimilmente "omologate" sole le due indicate ora nel pezzo, dopo la modifica odierna. R.Lollini 13/4/2018)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Cronache

Continua la tradizione che vuole Pioltello come prima tappa annuale per gli appassionati dei 1609 metri. Anche quest’anno il Club riparte dall’ormai consumato anello milanese, con un programma collaudato e molto apprezzato dagli oltre duecento runner di tutte le età che non hanno voluto mancare all’appuntamento. Sulle ampie tribune siamo quasi al tutto esaurito, in un pomeriggio soleggiato ma non caldissimo.

Batterie in generale molto combattute, anche se, in qualche caso, il sospetto è che i leader pensino al piazzamento, ma anche a salvare la gamba in vista degli impegni domenicali, Stramilano in primis. Infatti per stavolta non si registrano record nazionali, un’abitudine che la dice lunga sul livello tecnico del circuito. In ogni caso l’appuntamento è solo rimandato alle prossime occasioni. A livello cronometrico segnaliamo allora un giovane, il cadetto Michele Galvani (Daini Carate) che corre i 1000 metri in 2’51”98 ed il decano Oscar Jacoboni (Euroatletica 2002) che con 8’02”20 non va lontano dal primato italiano SM80 sul miglio. Stessa cosa dicasi per Paolo Gatti. L’alfiere dei Daini Carate chiude in 5’21”26. Una media di 3’20” al chilometro per un over 60: non male. In questo link troverete tutte le classifiche.

La giornata di sabato 24 Marzo è stata pienissima, in quanto al termine del programma di tappa si sono svolte anche le premiazioni della classifica finale 2017. In generale, tra riconoscimenti di giornata, premi finali e generosi pacchi gara per tutti, nessuno è uscito dall’impianto di via Piemonte a mani vuote.

Unica nota negativa il furto di una borsa in un’auto parcheggiata. Ad esclusione dei valori, gli effetti personali sono stati successivamente ritrovati dalle forze dell’ordine che sono risaliti al proprietario proprio grazie al “Passaporto del Club del Miglio”, rinvenuto insieme agli effetti personali del malcapitato.

La prossima tappa avrà luogo a Voghera, dove la riunione compie trent’anni, grazie alla costanza dell’Atletica Iriense. Arrivederci al 7 Aprile.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Cronache

Ultimi commenti dei lettori

Vai a inizio pagina